Agorà di Tiro (da wikipedia)

A cosa da diritto la cittadinanza? Sancisce i diritti civili, come  la libertà personale, di movimento, di associazione, di riunione, di coscienza e di religione, l’uguaglianza di fronte alla legge, il diritto alla presunzione d’innocenza e altri diritti limitativi delle potestà punitive dello stato, il diritto a non essere privati arbitrariamente della proprietà, il diritto alla cittadinanza (da cui deriva); poi ci sono i diritti  politici, ovvero la partecipazione al governo dello stato sia direttamente  che indirettamente, eleggendo i propri rappresentanti; e infine i diritti sociali, come il diritto al lavoro, alla salute, all’istruzione.

Ora facciamo finta che uno si macchi di grave colpa nei confronti dello Stato (che altri non è che i propri concittadini), ad esempio si appropri di denaro pubblico o altre nefandezze, non sarebbe un bene sospendere la cittadinanza a chi non è meritevole? 

Nel momento in cui perdi la cittadinanza non puoi avere la patente, non puoi espatriare, non puoi esercitare arti e professioni, non ha più i diritti del Cittadino.

Ah è già così? Tutti gli intrallazzati che siedono in posizioni elettive mantengono il diritto di cittadinanza sin quando non vi è una sentenza di condanna? Ah, ecco a chi fa comodo la lentezza della Giustizia.

About these ads