Il Tronto è un fiume. Nome neutro, acqua che scorre trottante dalle Appennini al mare, che attraversa valli, paesi e va a rigenerarsi nell’Adriatico. Forse da questo ne deriva il nome. Sei in Abruzzo e vedi le Marche, l’acqua non conosce confini, va dove le pare. Sulla rupe di Civitella sorge una fortezza, ultimo baluardo Borbonico che resistette tre giorni oltre la proclamazione del Regno D’Italia. Mura solide che hanno resistito al tempo.

A camminarci dentro non può non tornare in mente quel romanzo di Dino Buzzati, fatto di montagne e attese, “Il deserto dei Tartari”, che in origine si sarebbe chiamato la Fortezza.  Altre montagne altre valli, altra storia. Queste sono le immagini che ho immortalato, ho pensato sia alla fatica degli uomini nell’erigerle, sia alla sua gestione quotidiana. Per chi passa da quelle parti è una meta consigliata.

About these ads