Wild piano (pianoforte selvaggio) al Rifugio Coca

Penso che ognuno di noi abbia osservato le formiche quando in fila si spostano lungo un tragitto che dal formicaio li porta al cibo. Le file di formiche che notiamo sono quasi sempre due, una verso va il cibo, l’altra torna al formicaio. Osservandole meglio sembra che, quando s’incrociano, le due colonne si mandino dei segnali, comunichino tra loro sfiorandosi appena con le antenne. Noi umani, privi di antenne visibili, comunichiamo attraverso i gesti, gli odori, la parola e produciamo suoni, con il nostro corpo o utilizzando strumenti. Si dice che suoniamo, in effetti attraverso armonie codificate dentro di noi, comunichiamo emozioni attraverso la musica, ci sentiamo in comunione. Lo sanno bene i giovanissimi che affollano i concerti dei loro beniamini, lo sanno e case discografiche che giostrano il business musicale, lo sanno i musicisti per scelta, quelli che come il suonatore Jones suonarono per tutta la vita per il gusto di farsi ascoltare. Filippo Binaghi credo appartenga a quest’ultima schiera, quelli che suonano per il gusto di suonare colmando il desiderio di farlo in luoghi impervi, portando avanti un progetto musicale, Wild piano (pianoforte selvaggio), che lo ha visto esibirsi nei luoghi più atipici, dove la natura domina. 

Così domenica 8 luglio nei pressi del rifugio Coca a 1892 metri d’altezza, in alta Val Seriana, Filippo ha unito il suono del suo pianoforte a quello delle marmotte che fischiavano forte, a quello dei grilli che stridevano,  al gorgoglio della vicina cascatella. Un happy hour con la natura. Peccato che le foto che ho scattato non contengano le vere armonie di quel giorno, mancano i suoni e i profumi dei monti. Però ho visto che altri come me, dopo l’esperienza di quella giornata han pubblicato cose carine su you tube, io ho mixato le foto in cui ho voluto immortalare un’esperienza, con la musica eseguita da Binaghi in un CD autoprodotto. 

About these ads

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

Pubblicato il 12 luglio 2012 su Recensioni, vivere la natura. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 30 commenti.

  1. sicuramente una bella esperienza, buona serata Paolo!

    • Un’esperienza unica. In sette giorni mi ero già fatto 2000 metri di dislivello (più i gradini quotidiani del lavoro), ho letto dell’happening alle 23,00 del sabato e al mattino alle 7,00 ero in strada per essere puntuale, non potevo perdere un’occasione così.

  2. trovo che la migliore musica in un paesaggio così bello sia il suono della natura l’uomo secondo me per quanto bravo non può competere con quella musica è giusto comunque che l’uomo si confronti con essa . Bello il video ciaooo

    • La musica si amalgama con l’ambiente se gli esegue interpreta l’ambiente attraverso le note.
      Ricordi il Faber di Creuza de ma? Suoni naturali miscelati agli strumenti. Anche un mercato ha una sua musica naturale, primo fra tutti i sogni che accompagnano gli acquisti e le vendite. Pagani e De Andrè fecero qualcosa che è unica. Il suono non è altro che un’interruzione del silenzio. Come un battito d’ali è anche un suono che si riverbera nel cielo.

      • Hai perfettamente ragione quando dici che Pagani e De Andrè fecero qualcosa di unico ma hanno fatto entrare i suoni esterni nella loro musica per me il pianista a coperto i suoni con la sua musica è differente

      • Purtroppo io ho utilizzato due tracce del suo CD, dal vivo l’effetto è molto diverso. I suoi temi sono tratti dalla musica classica su cui vengono ricamate delle improvvisazioni legate all’ambiente. Le note, il lro inseguirsi sulla tastiera, spesso richiamano gli stessi suoni della natura, acqua, sassi, neve ghiaccio che rotolano a valle.
        Uno dei suoi prossimi appuntamenti sarà a Pesaro, a salutare l’alba. Credo che i brani delle esecuzioni lui li scelga sulla base del contesto in cui si esibisce, non vorrei essere stato io a scegliere due brani non attinenti. Ma da un suo messaggio giuntomi dal canale you tube non sembra.

  3. scusa correggo ha coperto

  4. Musica e natura, che connubio eccezionale e che bella esperienza deve essere stata l’essere presente e poter sentire le note che si univano.

  5. peccato che il filmato sia durato solo 10 minuti.
    Bellissima esperienza artistica e naturalistica. Da ripetere ed ampliare.
    Ciao
    Mi piace l’idea…già la immagino sul mio vulcano. :-)

    • Binaghi ha espresso anche pubblicamente il desiderio di esibirsi sull’Etna, magari la tua Associazione potrebbe fare da patrocinio, nulla è impossibile e non dico che mi farei in viaggio ad hoc nell’occasione, ma sarebbe una cosa molto bella, anche le giovani pietre laviche ne conserverebbero il ricordo per lungo tempo.
      Mi viene in mente che i Pink floyd suonarono sul Vesuvio (ma senza pubblico ed elettrici) :)

  6. Rebecca o semplicemente Pif

    Ciao Paolo un saluto veloce.. Buon weekend, ci sentiamo lunedì fra poco scappiamo via con il camper al fresco, con amicizia Pif

  7. Chiudi gli occhi ed ascolti rapita la melodia del pianoforte senza avere pareti e soffiti intorno….

  8. Connubio perfetto Natura e Musica, ricordo la scorsa estate il concero di Uto Ughi nella Piana fiorita di Castellucio di Norcia, esperienza unica di assistere dal vivo ad un concerto simile.
    Con amicizia :-P

  9. Come dice Lucia un perfetto Binomio,Musica+ Natura ,cosa vuoi trovare di più :P

  10. ci sono stata in val seriana, da ragazza! bellissima!! anche in sud tirol organizzano sovente queste manifestazioni! :-D ti ho lasciato una patata bollente da me! :-D

    • La Val Seriana è una gran bella valle, dopo il depauperamento per necessità dei boschi, oggi è tornata rigogliosa. Eh si, perché difficilmente si trova un albero che abbia più di 40-45 anni, la produzione di carbone è stata una delle attività principali nel passato e le due guerre han fatto il resto.

  11. Ho visto pure altri video,bellissima Val caffaro
    Ora guardo Barcellona
    Mi sono iscritta al tuo canale

  12. Deve essere stata un’esperienza davvero forte, già il potere della musica ti trascina lontano quando sei in una sala cittadina al chiuso e ti fa immaginare infiniti mondi possibili, immagino cosa sia ascoltare una musica in un ambiente così suggestivo. E poi, vedo che il pianista ha anche un blog wordpress :D
    Un caro saluto, buona domenica!

    • Su cui però non sono abilitati i commenti. L’ho detto a Filippo Binaghi che sarebbe bene lo abilitasse, ma non ha tempo per poter rispondere e si limita a utilizzarlo come spazio pubblicitario gratuito. Ciao :)

  13. Trovo molto carino il portare la musica in alta quota, in mezzo alle montagne…amche se però mi viene da pensare alla fauna alpina e mi chiedo:

    “Chissà cosa penseranno gli animali di montagna di noi umani che una volta spariamo ed un’altra suoniamo…”
    :-)

    Se ti interessa, ti informo che quest’anno il tradizionale concerto di ferragosto nelle Alpi piemontesi si svolgerà in Valle Stura di Demonte. Si parte a piedi da Bersezio (1624 m – frazione di Argentera) e si raggiunge la Borgata Ferrere (1890 m.), ove l’Orchestra Bruni della RAI suonerà nella splendia cornice delle Alpi Marittime.

    Dislivello 266 m
    Tempo di salita: 1h 30′

    P.S.
    Penso che segnalerò Filippo Binaghi ad alcuni titolari di rifugi e locali delle Valli di Lanzo…

    • Si noi umani siamo così difficili da capire che facciamo fatica anche tra noi :)
      Bella l’iniziativa di ferragosto, non dico che ci faccio un pensierino perchè gli altri 2|3 della mia famiglia non apprezzano la fatica in montagna (anche se 250 mt di dislivello sono una passeggiata), difatti quando posso scappo da solo :)

  14. La musica unita alla natura, genera un ottimo connubio.
    Un saluto dalla Val Serina
    Ciao Ross :D

    • Allora salutami Alben e Arera :)

      • Te li saluto molto volentieri anche se oggi non li ho visti molto a causa dei temporaloni e delle nubi basse! questa mattina,addirittura, non vedevo il prato di fronte, mi sembrava quasi di vedere l’uomo lupo spuntare dalla nebbia, brrrr.
        comunque i temporaloni di montagna me guastano mucho
        ciao Ross :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Pennelli Ribelli

Blog di creatività, pittura sotto varie forme, découpage, cucina e chiacchiere in libertà

maria rosaria

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Hysean

Nothing is impossible into a book

Festival del Pastoralismo - Terre d'Alpe

la città incontra la montagna

PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

Verità e coerenza senza scrupoli

Ventefioca

Camminate, montagne e pensieri sparsi di un "piemontard pressé"

La Audacia de Aquiles

El Mundo Visible es Sólo un Pretexto

My Life

... A little bit of everything ...

On the Go with Lynne

travel memoirs and musings

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Scorci girovaghi

Fotografare è porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore

Emozioni in immagini

Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde. (A. Baricco)

Cinzia Bassani

"Non dimenticare di vivere con il tuo cuore in mezzo agli uomini per scoprire il Dio che c'è in ciascuno. Tashi Namgyal Gyalpo"

Futura Psi

il blog di una studentessa

La pagina di Nonnatuttua

Just another WordPress.com site

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

La vita è bella

diario semiserio e surreale di vita vissuta

ingaphotography

What I see through my camera

Bente Haarstad Photography

This site is mainly about pictures, from the middle of Norway. Click a picture to read posts.

mariella

Just another WordPress.com site

La disoccupazione ingegna

Sono disoccupata, sto cercando di smettere. Ma non mi svendo

luciabaciocchi

“Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere” Daniel Pennac

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

Katrina Perkins

A force of Nature, with intense acting skills.

cucinaincontroluce

il mio mondo in uno scatto

domenica luise

parole dal silenzio e colori dal buio

IL MIO SGUARDO

Frammenti della mia realtà - Come guardo il mondo

~ gabriella giudici

blog trasferito su gabriellagiudici.it

Amore dipendente

Io non vivo senza te?

La moleskyne di FarfallaLeggera...nera con il cuore rosso.

nessunaidea

l'angolo di Mauro

supercaliveggie kitchen

I sapori della California, i saperi del Mediterraneo

Storie di pascolo vagante

Storie di pastorizia nomade, di allevatori, di alpeggio

GIAPPONE FIORITO 日本の花

PICCOLO DIARIO DI VIAGGIO IN GIAPPONE 14 - 30 agosto 2012

Wolfgang M. Präsentiert

Willkommen in unseren Blog.

spinanelcactus

con personalità multiple

lastufaeconomica

un mio spazio per stare con voi

ci sono

l'acqua troppo pura non ha pesci

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 317 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: