Il pane e le rose

Nel titolo parafraso volutamente i supplementi dei “Quaderni Picentini” che nella prima metà degli anni settanta, riprendevano a loro volta una frase di Karl Marx: “Il comunismo è pane e rose, il necessario e il superfluo…”.

Pane, perchè nei paesi del nordafrica le proteste e le rivolte sono nate per il costo dei cereali, elemento base dell’alimentazione umana, che è aumentato oltre il limite di sopportazione economica di popolazioni che sopravvivono alla quotidianità con fatica.

Rose, non superflue, ma solo colore che le contraddistingue, perchè in Italia le piazze sono tornate a riempirsi di donne, e non per lo sconsiderato modo del premier di gestire il paese e il suo tempo libero, quanto per rispondere all’attacco delle gallinelle di corte e polli di stato, che  complici microfoni unti di servilismo, hanno avuto in diverse occasioni parole  offensive nei confronti di tutte le donne, e peggio se lavoratrici o madri.

Chi lo avrebbe mai detto che in questo inizio secolo, il Lago Mediterraneo si sarebbe caratterizzato per la vasta eco di riscatto che sale dai cori nelle piazze delle città che vi si affacciano.

Forse il calendario maia che preannuncia cambiamenti epocali per il 20.12.2012  non si sbaglia, che giorni fantastici stiamo vivendo, questo è un anticipo di primavera.

Da quasi vent’anni, il Lago è scosso da ondate varie anche nelle sue insenature Adriatiche, dove ha cambiato i confini geopolitici di tutta la sponda est. Ora è come se si fosse scatenato uno tsunami che ridà fiato a interi popoli che sino a ieri hanno remato in silenzio.

E non è finita, tra meno di un mese è l’otto marzo, se son rose torneranno a dar colore e vita alle nostre piazze.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il pane e le rose

  1. thethoughtstree ha detto:

    Poco tempo fa discutendo con una mia amica le ho detto “Ma come mai le donne non fanno niente, non si indignano, non provano disgusto nell’essere rappresentate così in Italia? Quando capiranno che solo loro possono salvarci da questa situazione che ci sta mettendo in ridicolo in tutto il mondo?”
    Dopo le manifestazioni di ieri nutro alcune speranze in più che tutto questo schifo possa finire.
    Me lo auguro, almeno.

  2. semplice1 ha detto:

    Hai ragione Popof, stiamo vivendo un bel momento!. Un momento vitale, un battito comune che unisce diverse realtà ma con un’unica motivazione: desiderio di libertà, di democrazia, di essenza.
    Sta soffiando forte quel vento che libera il cielo da nere coltri che intristiscono e rendono immobili i passi e le idee.. soffia e porta primavera, aliti nuovi, lieviti ai pensieri, ali ai piedi, desideri visti come possibilità.
    E vogliono far credere che non è così, minimizzano, ridicolizzano, affermano che non saranno le piazze a far cadere governi…io mi sono fatta un’idea, non sarà come quel detto: non far sapere al contadino com’è buono il cacio con le pere?

  3. libera45 ha detto:

    ciao grazie per essere passato sul mio blog, vedo che siamo sulla stessa lunghezza d’onda e questo mi fa piacere ciao buona serata Angela

  4. semplicementelisa ha detto:

    🙂 ero in piazza domenica e si respirava davvero un’aria nuova … aria da piazza bella piazza … voglia di lottare …. bellissimo …
    un saluto affettuoso ..

    elisa

    p.s. .. il pane e le rose era anche una casa editrice … diretta da un certo savelli, poi passsato fra le file dei berluscoidi 😦
    ma per fortuna ci sono ken loach e alina marazzi che hanno come dire
    “riabilitato! questa frase … oltre ai Casa del vento …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...