Ahhh finalmente a casa…

trasparenze naturali

Si vede che i venti (anni) son soffiati via da un pezzo. Rapidità negli spostamenti e comodità correlate rendono piacevoli i viaggi, ma quando si torna a casa propria tutto ha un colore diverso, di bentornato. Oppure è il fatto che qualcosa quest’anno è mancato alla mia vacanza. E’ mancato il distacco completo dalle faccende di casa nostra.

Anche all’estero (se l’Istria si può considerare tale) mi arrivava l’eco delle contorsioni finanziarie del depauperatore governativo dopo la riapertura estiva delle Camere (semi deserte): fargli prendere aria non è servito a nulla. Era meglio se restava in ammollo, e le camere restavano chiuse e zitte, perchè in questi ultimi quindici giorni gli strilli estivi hanno fatto si che un tiepido agosto si surriscaldasse sul finale e settembre comincia al grido di una cavolata al giorno. Magari sperano che tolga il debito di torno.

Per fortuna non ci sono stati grandi incendi, gli alberi una volta tanto son salvi. Noi speriamo  si possa seguirli nel cammino di salvataggio, anche se la ripresa si preannuncia caliente e si rischia di finire come polli allo spiedo.

Di castronate ne ho, ne abbiamo, sentite tante. L’ultima è l’affermazione che le banche in questi anni hanno trattenuto le imposte sui conti correnti senza comunicare al fisco la provenienza. Pertanto ogni contribuente dovrebbe indicare nel proprio 730, cud, e mod. unico i conti correnti attivi.

Ma come? La mia banca mi ha chiesto in progress: la carta d’identità, il codice fiscale, la liberatoria sul trattamento dei dati personali, mi ha chiesto di stilare il mio profilo di rischio finanziario, ha azzerato gli interessi attivi e non ha comunicato nulla al Ministero delle Finanze? E allora i 34,00 € che annualmente, come qualsiasi correntista, verso di tasse all’istituto che in questo caso funge da sostituto d’imposta, dove vanno a finire? Possibile che il fisco intasca i soldi senza sapere da dove arrivano? Probabilmente c’è una falla nel sistema, falla che non conosciamo e che non vogliono confessarci. Posso solo pensare che i fondi neri non arrivano solo dai piccoli artigiani e commercianti.

Una domanda che altri non si sono posti e che io mi faccio è: quanti sono i c/c in Italia? Esagero se, tenuto conto delle banche e degli sportelli (compresi i 4.000 delle poste), dico che sono almeno 50.000.000?  Moltiplicato 34 sono 1.700mld€ (fossero anche un decimo resterebbe una bella cifra). Possibile che se questi conti li fa Popof non riesca a farli chi è pagato per farli? O li hanno fatti e hanno trovato dei buchi?

Poi c’è da aggiungere che oltre alle banche ad esempio ci sono istituti su cui la Guardia di Finanza ha le mani legate, altro che paradisi fiscali, si chiamano società fiduciarie. Per saperne di più questo è il collegamento a wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Societ%C3%A0_fiduciaria insomma è come dire che ci vogliono prendere per il bavero: in Italia oltre al segreto bancario esiste la possibilità di far perdere le tracce dei propri investimenti.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Ahhh finalmente a casa…

  1. ili6 ha detto:

    ehi, ma anche in vacanza, anche in quel mare splendido ti mettevi a ragionare di economie, banche e trovate governative?? 🙂
    Di “sparate” ne abbiamo sentite così tante in questo rovente (per me al sud…oggi 37 gradi…wow) mese di agosto che ormai nulla ci puà sorprendere. ma io ai politici la soddisfazione di avvelenarmi le sparute ferie non gliel’avrei data mai e mi sarei tuffata in quell’azzurro senza altri pensieri. Ma sono certa che lo hai fatto anche tu. Bentornato.

    • paolo ha detto:

      E certo che mi ci son tuffato nel mare, ma la politica d’estate è come il calcio o la meteorologia, un argomento in cui si trova facilmente da interloquire. Quando sei all’estero poi è come lasciare le chiavi di casa a qualcuno, allora cerchi di tenerti informato se non altro per sapere se alla fine riesci a varcare nuovamente la frontiera 🙂

  2. stephocolphacido ha detto:

    Che presa a male!!! Ci vorrebbe un’altra vacanza! Secondo me hai una calcolatrice speciale o, più probabilmente, la loro è rotta!

  3. sonoqui ha detto:

    Buongiorno Paolo, da quel che leggo, il Tuo cevello non si è mai rilassato.
    Di questi tempi, per non ascoltare più le corbellerie che costruiscono ad arte, bisognerebbe
    sconfinare in un’ altra galassia.
    Comunque bentornato e … cin cin (magari più tardi)
    Buona domenica
    Gina

  4. pierperrone ha detto:

    Vedo che ti ha fatto bene startene in vacanza!
    Un saluto
    Piero

  5. zebachetti ha detto:

    interessante leggerti .questi non solo non fanno i conti , non sanno fare e scusami passami il termine, un emerito cazzo e secondo me non fanno finta sono degli inefficienti totali.dicono solo stupidaggini, non ha fatto e non faranno nulla. poveri noi! comunque io devo sempre sapere chi l’ ha votati .oggi sembra nessuno l’ abbia mai fatto. quelli di là, ok. bla bla bla intanto il signor berlusconi è oltre 15 anni che si fà gli affari suoi rovinando il paese. scusami di questo sfogo ma ho letto qui da te qualcosa d’ inteligente e penso tu possa recepirlo. buonanotte e gazie nazzareno

    • popof1955 ha detto:

      … e dalle notizie mattutine del TG sembra proprio che la crisi sia lo scudo dietro cui si pongono per proseguire con lo smantellamento delle conquiste sociali degli anni scorsi,come lo Statuto dei Lavoratori.
      In ogni caso la gente li ha votati, il comportamento delle masse è spesso simile a quello di un gregge che non ha la coscienza di esistere.
      Ciao

  6. luciabaciocchi ha detto:

    Paolo finalmente sei rientrato!!! Stavo in pensiero…arrivo ora. questa sera leggo e provo a replicare, il vizio di parlare di economia non ti è passato. Ciaooooo

  7. luciabaciocchi ha detto:

    Hai ragione Paolo, quelle dei conti correnti è una vergogna, una lotta continua tra cliente e banca che cerca continuamente di tassarti e addebitarti spese sempre più consistenti, ora ci mancherebbe che nel nostro 730 dobbiamo dichiarare iban del nostro conto in banca…Questa è stata un’estate caldissima sotto tutti i punti di vista, mi auguro che si esca al più presto da questa situazione vergognosa, che ci penalizza difronte al resto dell’Europa.

    • popof1955 ha detto:

      Il Governo nella sua instabile proposta hanno eliminato questo supplizio, con ogni probabilità si sono accorti che il dato lo avevano già e questo dimostra l’incompetenza di chi ci governa.

  8. ombradiunsorriso ha detto:

    intanto bentornato… ma durante le ferie avresti dovuto rilassarti un po’ di più….:-)
    un caro saluto
    Loredana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...