Sciopero Wikipedia

Francamente al post non mi sarei aspettato commenti, infatti pensavo di eliminarlo in quanto era solo un’adesione allo sciopero di Wikipedia. Invece buon segno, i commenti  ci sono, e a me non va di eliminare qualcosa che è la traccia tangibile della condivisione. Al tempo stesso voglio che chi accede al mio blog possa avere una buona visione del suo contenuto, perciò faccio solo un aggiornamento del post di ieri,  che di mio diceva solo:  “Non so voi, ma io a Wikipedia ci sono affezionato, le sue informazioni  sono essenziali e quasi mai sbagliate.”

Pertanto i commenti antecedenti al momento dell’aggiornamento del post sono da riferirsi a quella parte di testo e al comunicato di Wikipedia di ieri a cui è possibile accedere cliccando sulla voce corrispondente del comunicato di oggi.

Oggi Wikipedia ha pubblicato il comunicato sotto riprodotto mantenendo i collegamenti a quello di ieri, visionabile cliccando sulla voce corrispondente. Vi ringrazio per la partecipazione.

Il 4, 5 e 6 ottobre 2011 gli utenti di Wikipedia in lingua italiana hanno ritenuto necessario oscurare le voci dell’enciclopedia per sottolineare che un disegno di legge in fase di approvazione alla Camera potrebbe minare alla base la neutralità di Wikipedia.

(qui il testo approvato dalla Camera dei deputati l’11 giugno 2009, poi modificato dal Senato il 10 giugno 2010; qui gli emendamenti)

Sono stati proposti degli emendamenti, ma le modifiche al disegno di legge non sono ancora state approvate in via definitiva. Non sappiamo, quindi, se sia ormai scongiurata l’approvazione della norma nella sua formulazione originaria, approvazione che vanificherebbe gran parte del lavoro fatto su Wikipedia.

Grazie a chi ha supportato la nostra iniziativa, tesa esclusivamente alla salvaguardia di un sapere libero e neutrale.

Comunicato del 4 ottobre 2011 – Rassegna stampa – Discussione


Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Sciopero Wikipedia

  1. lucianaele ha detto:

    Sono completamente daccordo con te.
    Ieri ho provato un paio di volte a fare le mie ricerche con Wikipedia e sono rimesta malissimo nel vedere che era oscurata……
    Speriamo si risolva tutto in fretta.
    Non possiamo farne a meno.
    Buona giornata,
    Luciana

  2. Patrizia M. ha detto:

    Una scelta veramente coraggiosa e molto importante quella di Wikipedia.
    Buona giornata, Patrizia

  3. Shunrei ha detto:

    Sono due giorni che il sito è “auto-oscurato” e io sono già in “crisi d’astinenza”… anzi, ammetto che non mi ero accorta nemmeno di quante volte ricorressi alle risorse di Wikipedia per risolvermi qualche dubbio o curiosità. MI auguro davvero che possa tornare presto online come al solito, sia perchè ha un ruolo insostituibile in rete, sia perchè la norma contro cui si sta protestando è (scusate il francesismo) un’emerita porcata.

  4. luciabaciocchi ha detto:

    La scelta di Wikipedia è lodevole, sono una frequentatrice delle sue pagine, e non poterne usufruire mi crea disagio. Non aggiungo altro. ma riporto qui un’affermazione che trovo calzante:

    “Dovresti uccidere tutti i giornali del Paese, non sei forte abbastanza per farlo. Gente come te ci ha già provato, col piombo, le prigioni e la censura, ma fintanto che un solo giornale stamperà la verità, tu sei spacciato…È la stampa, bellezza. E tu non ci puoi fare niente!“, Humphrey Bogart in L’ultima minaccia
    Un saluto!!!

  5. gabriarte ha detto:

    ci sono affezionata anch’io e mi manca

  6. ombradiunsorriso ha detto:

    forse vado controcorrente, ma ormai Wiki è considerata quasi come il Vangelo, ma spesso contiene inesattezze, dovute anche alle tendenze dei liberi postatori. Se devo fare delle ricerche, certamente consulto “anche” Wiki, ma non è certo la fonte principale delle mie ricerche.
    Loredana

  7. ili6 ha detto:

    Lodo l’iniziativa di Wikipedia di auto-oscurarsi per protesta verso tutto ciò che lede la libertà di pensiero e di espressione .
    Diverso è il discorso sui giornalisti professionisti che, come tali, alla libertà di parola devono sempre far precedere quella di correttezza e coscienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...