Giacinti di grano

foto di Maria Rosaria (Ili6.wordpress.com)

(foto rubata da Ili6.wordpress.com)

Non portarmi solo pane,

se la fame che ho non conosce pace,

sazieresti solo la mia pancia

mentre  ho bisogno di sole.

Non portarmi solo acqua

ho bisogno di terra.

Disseteresti solo la mia gola

che zittisce i pensieri.

Non portarmi solo parole

ho bisogno del silenzio

riempiresti solo la stanza

con inutili incertezze.

Preoccupati della mia anima

che non puoi vedere

chiedi a lei

di cosa ha bisogno.

(Questa che sembra una poesia, incredibile a dirsi è scritta a sei mani. Sulla traccia di un post di  Maria Rosaria (http://ili6.wordpress.com/2012/01/28/1280/#comment-3410) stavo per scrivere un commento, ma un’ora prima Vera mi aveva anticipato, e come accadeva spesso in chat, ha scritto quasi la stessa cosa che stavo per scrivere io. Ma lei l’ha messa giù con le strofe dei silenzi. Però il pensiero è stato identico. Scusami Vera, lo faccio mio aggiungendo negli intervalli le mie parole, le tue le ho lasciate in rosa. In effetti sono due poesie distinte, che si uniscono involontariamente. La foto invece è di Maria Rosaria che ha pensato al resto, pensando e scrivendo il suo post.)

Autore: Paolo Popof

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

12 pensieri riguardo “Giacinti di grano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.