se fossi…

Se fossi foco mi scanserei dall’acqua

se fossi acqua mi scaverei un fosso

se fossi fosso m’insinuerei nel prato

se fossi prato raccoglierei la neve

se fossi neve mi scioglierei con l’acqua

se fossi acqua ospiterei un pesce

se fossi pesce abboccherei all’amo

se fossi amo adescherei un lupo

se fossi lupo uscirei dal bosco

se fossi bosco lascerei la terra

se fossi terra ti ospiterei da ricco

se fossi ricco scapperei di casa

se fossi casa ti accoglierei.

 (con tante scuse a Cecco :D)

Errata corrige: categoria filastrocche

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

22 risposte a se fossi…

  1. luciabaciocchi ha detto:

    SE FOSSI UCCELLO PROVEREI A VOLARE
    SE FOSSI PESCE PROVEREI A NUOTARE
    SE FOSSI UOMO PROVEREI A SOPRAVVIVERE
    SE FOSSI LUCE INDICHEREI LA STRADA
    sE FOSSI BUIO SQUARCEREI LE TENEBRE
    ……..
    Non scrivo altro, sei troppo bravo, non posso competere con te!!
    Un saluto carissimo 🙂

  2. ilgiullaredicorte ha detto:

    mi piace si si mi piace proprio !!!
    e io che pensavo fosse quella del cecco …meglio questa direiiiiii hahaha
    ù

  3. bella questa tua rivisitazione di Angiolieri 🙂 buon sabato sera

  4. mariella ha detto:

    Pssss Paolo…. ma lo sai che oggi l’inquilino moroso questa mattina ha traslocato! E’ arrivato un grosso camion dei traslochi e hanno sistemato i mobili nel camion.. Non so che cosa sia successo.. e pensare che ne avevo parlato ieri nel mio blog.. possibile che abbia letto e sopratutto il tuo commento che davi una soluzione?

    Che dire, siamo meravigliati e contenti per miei parenti.. un peso, una preoccupazione in meno.

    Ciao!

  5. strangethelost ha detto:

    Se fossi Dio farei sparire tutte le malattie!!
    Lo so che è banale ma è quello che ho pensato.
    Ciao,buona domenica.Liù

    • popof1955 ha detto:

      Da wikipedia copio e incollo:
      “Nella mitologia greca, il vaso di Pandora (chiamato anche scrigno di Pandora) è il leggendario contenitore di tutti i mali che si riversarono nel mondo dopo la sua apertura. Secondo il racconto tramandato dal poeta Esiodo ne Le opere e i giorni, il vaso (pithos, πίθος in greco antico) era un dono fatto a Pandora da Zeus, il quale le aveva raccomandato di non aprirlo. Pandora, che aveva ricevuto dal dio Ermes il dono della curiosità, non tardò però a scoperchiarlo, liberando così tutti i mali del mondo. Sul fondo del vaso rimase soltanto la speranza (Elpis), che non fece in tempo ad allontanarsi prima che il vaso venisse chiuso di nuovo. Prima di questo momento l’umanità aveva vissuto libera da mali, fatiche o preoccupazioni di sorta, e gli uomini erano, così come gli dei, immortali. Dopo l’apertura del vaso il mondo divenne un luogo desolato ed inospitale finché Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche la speranza.”
      Ecco la speranza è quella che trascina il mondo avanti.

  6. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    bellissimo…

    SE FOSSI AMORE RISPECCHIEREI L’ANIMA DI DIO..

    serena giornata da Pif

  7. Paolino ha detto:

    ti stimo Paolo: Cecco è uno dei pochi “veri” poeti toscani del suo periodo, la triade Dante/Petrarca/Boccaccio si è elevata su livelli che vanno oltre. Ma Cecco è Cecco 🙂

  8. Insenseofyou ha detto:

    Sa(n)remo vincoli o sparpagliati? ….. (Totò)

  9. ili6 ha detto:

    🙂
    mi piace la tua versione concatenata ed anche la chiusura

    -se fossi ricco scapperei di casa
    se fossi casa ti accoglierei-

    lo sai anche tu che il gioco del se fossi è parecchio usato in psicologia ed anche nelle scuole. Quando lo propongo ai miei alunni non ometto mai il rigo:
    Se fossi una maestra…
    per carpire desideri nascosti, bisogni, messaggi subliminali o meno, ecc…
    e la chiusura, da oltre vent’anni , generazione dopo generazione, è sempre la stessa:

    Se fossi una maestra NON assegnerei compiti per casa.
    🙂

  10. ross ha detto:

    Molto carina questa filastrocca. Grazie per il tuo messaggio,ora sono a casa in convalescenza,ho un sacco di arretrati blog da leggere, compreso i tuoi, ‘pian pianino mi metterò in pari 😀
    Per quanto riguarda la tua paura per l’anestesia ti dirò che sono riuscita a sconfiggere la mia,anche perchè comunque non avevo scelta,però in verità devo dirti che non me ne sono neanche accorta, un attimo prima stavo parlando con l’anestesista e un attimo dopo ero in camera, è una sensazione stranissima,perché non sogni,è come se il cervello si spegnesse per un secondo, e mi sono domandata al risveglio: ma sarà così anche la morte? Il nulla e poi la luce.
    Serena notte
    Ross 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...