Eroi quotidiani e boiardi di stato

Stasera tornando a casa da lavoro, la radio trasmetteva la canzone di Caparezza. Tra lo sfavillio delle luci delle auto che mi passavano accanto e quelle degli stop che mi precedevano, ripassavo le cifre da capogiro guadagnate dai boiardi di stato, per il solo fatto di servire, adagiati su una poltrona imbottita, questo o quel padrone che cambia con il voto.

1000 morti all’anno di lavoro onesto. Invece chi non rischia niente, solo perchè avalla con una firma quello che qualcun altro ha deciso da una poltrona più in alto, porta a casa cifre talmente astronomiche che fanno impallidire anche i centravanti dell’Inter che non segnano da due mesi.

Ma cosa farà mai di particolare il presidente delle Ferrovie per guadagnare più di B.Obama? E quello dell’Alitalia? E quello … poi alla Stazione di Polizia fanno la colletta per la cancelleria.

Sono un eroe (di Caparezza)

Questa che vado a raccontarvi è la vera storia di Luigi delle Bicocche,
eroe contemporaneo a cui noi tutti dobbiamo la nostra libertà”

Piacere, Luigi delle Bicocche
Sotto il sole faccio il muratore e mi spacco le nocche.
Da giovane il mio mito era l’attore Dennis Hopper
Che in Easy Rider girava il mondo a bordo di un chopper
Invece io passo la notte in un bar karaoke,
se vuoi mi trovi lì, tentato dal videopoker
ma il conto langue e quella macchina vuole il mio sangue
..un soggetto perfetto per Bram Stroker
Tu che ne sai della vita degli operai
Io stringo sulle spese e goodbye macellai
Non ho salvadanai, da sceicco del Dubai
E mi verrebbe da devolvere l’otto per mille a SNAI
Io sono pane per gli usurai ma li respingo
Non faccio l’ Al Pacino, non mi faccio di pacinko
Non gratto, non vinco, non trinco/ nelle sale bingo/
Man mano mi convinco/ che io

sono un eroe, perché lotto tutte le ore. Sono un eroe perché combatto per la pensione
Sono un eroe perché proteggo i miei cari dalle mani dei sicari dei cravattari
Sono un eroe perché sopravvivo al mestiere. Sono un eroe straordinario tutte le sere
Sono un eroe e te lo faccio vedere. Ti mostrerò cosa so fare col mio super potere

Stipendio dimezzato o vengo licenziato
A qualunque età io sono già fuori mercato
…fossi un ex SS novantatreenne lavorerei nello studio del mio avvocato
invece torno a casa distrutto la sera, bocca impastata
come calcestruzzo in una betoniera
io sono al verde vado in bianco ed il mio conto è in rosso
quindi posso rimanere fedele alla mia bandiera
su, vai, a vedere nella galera, quanti precari, sono passati a malaffari
quando t’affami, ti fai, nemici vari, se non ti chiami Savoia, scorda i domiciliari
finisci nelle mani di strozzini, ti cibi, di ciò che trovi se ti ostini a frugare cestini
..ne’ l’Uomo ragno ne’ Rocky, ne’ Rambo ne affini
farebbero ciò che faccio per i miei bambini, io sono un eroe.

Per far denaro ci sono più modi, potrei darmi alle frodi
E fottermi i soldi dei morti come un banchiere a Lodi
C’è chi ha mollato il conservatorio per Montecitorio
Lì i pianisti sono più pagati di Adrien Brody
Io vado avanti e mi si offusca la mente
Sto per impazzire come dentro un call center
Vivo nella camera 237 ma non farò la mia famiglia a fette perché sono un eroe.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in sc-arti e mestieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Eroi quotidiani e boiardi di stato

  1. in fondo al cuore ha detto:

    Già…..le cose stanno proprio così, la canzone sarebbe stupenda se non fosse la fotografia della realtà di tanta gente….. Buona serata Paolo.

  2. la canzone è molto realistica…..e il resto è solo vergogna! serena notte e buon fine settimana

  3. semplice1 ha detto:

    Stasera sono fusa..ritorno domani. Ciaoooo

  4. Emilio ha detto:

    Canzone che conosco benissimo, Caparezza è un grande e il testo di questa canzone lo dimostra!

  5. Mery ha detto:

    Penso che una società in cui per qualsiasi lavoro si faccia, pur con una capacità intelletiva eccezionale, raggiungere i redditi di queste persone sia un’utopia. Un insegnante bravissimo che forma al meglio i propri studenti, o un operaio specializzato che rende arte il proprio lavoro, non potrà mai prendere più di 2000 euro al mese. E comunque io non me la prendo per i redditi di questi signori (l’unica cosa che mi viene davvero, spontaneamente, sobriamente, è un linguaggio comico-realistico che non posso riportare sul tuo blog), però credo che, soprattutto in questo momento, chi ha di più deve dare di più. Il sostentamento non si dovrebbe togliere a nessuno. Credo che sia meglio che ognuno di noi riceva prima di tutto per il proprio bisogno e poi per il proprio valore.
    “Chiunque possiede qualcosa di cui non ha bisogno è un ladro…” (Ghandi)

    E comunque Caparezza mi piace troppo 😀 Guarda la genialità di questo video 😛 :

  6. strangethelost ha detto:

    Mi èmolto piaciuta la poesia in rima di “”Luigi delle Bicocche “”
    che rispecchia in pieno e con cruda realtà come stanno andando
    le cose in Italia da un bel pò di decenni!!
    Ciao Paolo,buon fine settimana.Liù

  7. ili6 ha detto:

    Neanche io sono una persona contro chi guadagna bene, ma sinceramente non c’è misura. Siamo allo scompenso totale. Partendo dal presupposto che ogni mestiere è utile ed indispensabile in una società organizzata, che se non ci fosse il muratore sarebbe un guaio per l’architetto, che se non ci fosse un panettiere sarebbe un guaio per un banchiere, un professore, un generale, un onorevole, ecc…e continuando col fatto che ogni lavoro, se fatto al meglio, assurge sempre a dignità e ad importanza, responsabilità compresa (l’architetto potrà disegnare un ottimo ed artistico tetto di una casa ma se il muratore non fissa bene le tegole e non coibenta a dovere il tutto, presto la casa sarà uno sfascio), non mi capacito sulla enormità di disparità economica tra i lavoratori. Perchè (son di parte adesso, sorry…) perchè la maestra del direttore di banca deve guadagnare 1500 euro e il suo ex alunno 6.000 al mese?

  8. luciabaciocchi ha detto:

    Sono rimasta anch’io basita di fronte ai guadagni di molti personaggi pubblici, non è un reato guadagnare, nessuno lo ha mai affermato, ma le disugualianze enormi tra un comune lavoratore ( non metto cifre perchè non le ho memorizzate) e l’ammistratore delegato della sua azienda fa pensare molto. Ieri sera il tg della 7 faceva notare come alcuni anni fa un dirigente superava di 36 volte lo stipendio di un operaio, oggi Marchionne lo supera di una cifra iperbolica….Questa è una situazione intollerabile….
    Ciaoooo 🙂

  9. fab ha detto:

    quando Obama si insediò parlò di un limite e di un divario etico tra stipendi e salari….un’utopia che dovrebbe tradursi in realtà ovunque. In particolare qui, dove la gente ormai è sfiduciata e stremata

  10. luciabaciocchi ha detto:

    Ecco, in diretta vi dico che Marchionne guadagna 400 volte un operaio Fiat, lo sta dicendo Bersani da Fazio, l’argomento è che la forbice si allarga sempre di più,differenza tra liberalizzazione e liberismo..Paolo ecco dovresti spiegarlo bene tu…
    Liberismo si fa le regole da solo, liberalizzazione vuole regole nuove, mah!
    Ciaoooo

  11. luceinombra ha detto:

    la misura è colma, qualcosa sta cambiando, noi stiamo cambiando… speriamo in meglio!

  12. Alidada ha detto:

    è una vergogna! E poi continuano a dircelo e nessuno fa nulla… compresa la sinistra quando era al governo! ..Prima o poi andrà a finire male..
    Buona domenica amico mio

  13. Shunrei ha detto:

    Caparezza è un genio: ce ne sono parecchie di sue canzoni che sembrano appunto “canzonette” poi se ti metti a seguire il testo ti viene letteralmente la pelle d’oca. Per quanto sono sacrosantemente vere, purtroppo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...