Rapidità del processo, garanzia della sentenza e certezza della pena

I nostri Codici sono improntati ai tre principi fondamentali del titolo, che vorremmo veder realizzati.

Vista l’ennesima assoluzione di mister B per prescrizione, qualcosa non funziona. Eppure a ben pensarci un organismo che garantisce questi tre principi c’è. E’ la mafia.

I libri raccontano che il processo mafioso è rapido e garantisce una sentenza che viene sempre eseguita. Ovviamente è inappellabile.

Fine dell’allegoria.

Il nostro non è uno stato mafioso, è uno stato di diritto, il che vuol dire che garantisce al cittadino una difesa e mette dei limiti anche ai tutori della legge.

Ma cosa succederebbe nel caso in cui un mafioso entrasse di diritto in possesso del potere legislativo? Potere che, dice la Costituzione, appartiene al popolo che lo esercita attraverso il parlamento.

Facciamo finta che un presunto mafioso venisse eletto, si facesse delle leggi adatte al suo tornaconto, e dove non gli fosse possibile far legiferare ad hoc, riuscisse a far spostare le udienze a causa degli impegni istituzionali. Cosa succederebbe in questo caso? Interverrebbe la prescrizione. Istituto legittimo, teso a garantire gli innocenti. Abusato da chi ha fondi e mezzi per muoversi nel labirinto.

Una prescrizione è sinonimo di innocenza? Non sarebbe diritto del cittadino pretendere una sentenza che non lasci spazi a dubbi? O forse il dubbio è che la legge sia sbagliata e tanto vale portare a casa una mezza sentenza. Tanto prima o poi si finisce per essere comunque cibo per vermi e gli eredi in ogni caso hanno la coscienza a posto.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Rapidità del processo, garanzia della sentenza e certezza della pena

  1. in fondo al cuore ha detto:

    Tutto non funziona caro Paolo…..se almeno se ne applicasse uno di quei principi!!!!!

  2. Alidada ha detto:

    io per principio dico che non voglio diventar cibo per vermi..meglio la cremazione…anzi, ti dico un’altra cosa.. voglio esser cremata in cattedra dai miei studenti.. tanto ‘sti mafiosi o chi per loro, dalla scuola non mi faranno uscir mai, se non dentro un’urna.. (e ora che ho detto la scemenza di turno torno a perdere la mia domenica correggendo compiti).. Ciao Paolo 🙂

  3. ed hanno ancora il coraggio di dirci che in Italia la Legge è uguale per tutti……
    vergognose bazzeccole!
    una buona serata ed un sereno inizio settimana a te

  4. fab ha detto:

    ancora una volta abbiamo la dimostrazione che: “tutto è relativo”…purtroppo

  5. luciabaciocchi ha detto:

    Una sentenza verggnosa, tutto come previsto, non ho capito bene quando c’è il corrotto, ci dovrebbe essere anche il curruttore o sbaglio?
    Un saluto

  6. Patrizia M. ha detto:

    Tanto per cambiare… la legge non è uguale per tutti
    Sono tante le cose che non funzionano più purtroppo e da parecchio tempo

  7. strangethelost ha detto:

    Però sia ben chiaro che abbiamo solo fatto finta Eh !! Perchè in Italia mica succedono queste cose che tu hai ipotizzato 😉
    Pure io sono per la cremazione ,solo che a Catania non c’è l’aggeggio adatto ,ci sarebbe a Palermo ma ho letto un pò di tempo fa che sarebbe pure guasto !!
    Mi devo rassegnare al loculo che mi fa venire l’ansia 😉
    Ciao buon pomeriggio.Liù

  8. Paolino ha detto:

    purtroppo una prescrizione è sinonimo di “non ce ne frega più niente”, e il volume delle prescrizioni purtroppo rappresenta l’indifferenza generalizzata verso un sacco di questioni assai gravi…

  9. Shunrei ha detto:

    Poi ci sono i soliti “TG” e “giornali” che tentano di far passare assoluzioni come questa per prova di innocenza.
    La reazione migliore che mi viene, è di vomitare…

  10. mizaar ha detto:

    e il bello è che ” lui ” si accontenta! inutile dire che la sua faccia pareggia il suo didietro quanto a rappresentabilità!

  11. ili6 ha detto:

    questa poteva essere la volta buona per…e invece…invece non cambia nulla. Ovunque ci giriamo, sentiamo un tale odorino d’abuso da farlo somigliare tanto ad un puzzo insopportabile.

  12. mariella ha detto:

    Per quel che ha detto Bossi, sembra che Mr. serva all’attuale governo tecnico e quindi “favorito”.. Mr.B ha la maggioranza e le “fila” dell’appoggio al governo tecnico li tiene lui.. Si sarà come al solito messo d’accordo: “Ne esco pulito.. appoggio garantito!”.

    Vecchia storia di sempre 🙂 Ciao Paolo! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...