Il Post Viola

La prossima settimana, il governo porterà in Parlamento le modifiche che daranno il colpo di grazia ai diritti dei lavoratori a partire dalla demolizione dell’articolo 18. Noi crediamo che i diritti di chi lavora siano sacri e che questa crisi si debba affrontare eliminando la precarietà, mettendo fine alle finte partite iva e ai finti contratti autonomi, incentivando gli investimenti e la ricerca, combattendo l’enorme evasione fiscale e la corruzione che sta piegando il Paese. L’abolizione dell’articolo 18 invece è solo un regalo alla Bce e all’Europa della finanza e delle lobby.

Per questo abbiamo deciso di supportare tutte le iniziative di contrasto a questa scelta irresponsabile del governo. Lo faremo nelle piazze reali ma anche nel web. Per questo lanciamo per venerdì 30 marzo un blogging day che abbiamo chiamato Sì18Day. Durante il Sì18Day ogni blogger posterà il banner dell’iniziativa sul proprio blog, ogni account twitter dovrà…

View original post 101 altre parole

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a

  1. in fondo al cuore ha detto:

    Ho aderito anch’io….ho mandato anche una e-mail ma non ha risposto nessuno….
    Buona serata Paolo.

    • popof1955 ha detto:

      Buon segno, si vede che non hanno un risponditore automatico. L’importante per me è stato aderire ad un appuntamento, lo avevo già di fatto aderito con il post precedente, ma era stato coperto dai due che nel frattempo ho pubblicato.

  2. ili6 ha detto:

    Loro, i tecnici di palazzo, lo hanno già detto chiaramente : s’ha da fare e si farà!
    Quanto disturba la saccenza e la prepotenza e quanto manca la condivisione! ma qui si dovrebbe aprire un lungo discorso sull’inefficienza politica del governo precedente e soprattutto dei politici all’opposizione, nonchè dei fantasmi che da decenni son diventati i sindacalisti (tranne per l’esonero dal lavoro, naturalmente…)
    Non resta che augurarsi che queste riforme dell’art 18 siano all’atto pratico meno disastrose di quanto sembrino adesso.

  3. ross ha detto:

    I più tartassati : lavoratori dipendenti , donne, pensionati e quelli come me che, dopo aver terminato la mobilità, AVREBBERO dovuto andare in pensione. Invece niente! Andrò direttamente a casa di Monti a farmi mantenere…. E le donne? ma come, dopo una vita dedicata alla famiglia,ai figli ed al lavoro, anzichè andare a 60 anni in pensione, per tirare il fiato (si fà per dire) e magari(come me) curare i genitori, devono andare avanti, ma fino a quando? Quando le troveranno direttamente morte sul posto di lavoro? Mamma mia che vergogna!!!

    A parte lo sfogo, ti auguro una Felice Domenica delle Palme.

  4. strangethelost ha detto:

    lo hanno detto chiaro e tondo che questa Riforma si farà con o senza il consenso dei Sindacati!!
    Per cui ormai siamo nelle loro mani perchè tutti quei vigliacchi che sono in Parlamento non fiateranno,anzi hanno il coraggio di dire che lo fanno per il bene del paese!! Per il bene dei loro C.C. caso mai !! Non ho piu parolee sono disgustata da questi vermi che ci stringono in pugno !

  5. Emilio ha detto:

    Quello che stanno facendo sull’articolo 18 è davvero uno schifo…noi non siamo le loro pecore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...