LORETO APRUTINO

Uno dei posti che ho più gustato del mio passaggio in Abruzzo è Loreto Apruntino, una delle tante cittadine cresciute intorno a un castello e accoccolate su un colle. Perché se è vero che l’Abruzzo offre tanto mare, è nell’entroterra che mostra la parte migliore di se. Arrivandoci dalla strada statale si vede subito il castello, una struttura chè può vantare mille anni di storia con guerre e battaglie che han segnato il vivere quotidiano delle genti che intorno a quelle mura cercavano protezione. Oggi è un albergo di quelli che se non hai un’Amato stipendio o pensione, non puoi permetterti di starci. In compenso è in parte visitabile, e gli addetti alla gestione non fanno pesare la vostra presenza, purché discreta.

Ma il monumento più importante della cittadina è chiesa di Santa Maria in Piano, anche lei ultramillenaria, e in cui non son potuto entrare visto che ero impegnato a cercare di portar fuori il mio 5 x 2  indenne dal budello in cui mi ero ficcato, e con la fine della messa domenicale i battenti si sono chiusi. Ma ci tornerò perché al suo interno c’è un affresco ad opera di un artista anonimo che precorrendo i tempi, ha introdotto elementi di religione islamica, qualche immagine cliccando qui, quelle del post invece le ho realizzate domenica scorsa, passandoci sopra con il mouse si attiva la presentazione.

Anni fa, in una precedente visita in Abruzzo, una guida mi fece notare come la parte bassa di tutti gli interni delle chiese abruzzesi, sia intonacata e bianca. Sotto quegli intonaci ci sono affreschi sconosciuti. L’intonaco fu posato nei secoli passati per evitare il contagio reciproco dei fedeli che devotamente li accarezzavano e poi portavano  la mano alla bocca, nel gesto  finale del segno della croce, agevolando così il diffondersi di malattie, una di queste era la peste che flagellò quei luoghi a lungo.

Un grazie particolare a Patrizia M. che mi ha reso più facile inserire l’album fotografico.

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

24 thoughts on “LORETO APRUTINO”

  1. Paesaggi stupendi e belle foto!! Abbiamo una bellissima Nazione,peccato che sia rovinata da chi dovrebbe governarla!!
    Buona Domenica:D
    Liù

    1. Quando vedo le cittadine con le case appoggiate le une alle altre, le vie strette, dove ci si passa le cose da finestra a finestra, il tutto assume un profumo particolare e consolidato. Penso che difficilmente si possa riuscire a distruggerlo, solo le bombe o i terremoti.

      1. Io invidio i rapporti umani Che possono esserci fra la gente di questi posti .da noi ora c’è solo indifferenza.

      2. Come ti capisco Fortunata, quasi impossibile creare legami importanti nelle grandi città, tante conscenze, ma le amicizie vere e forti rimangono quelle dell’infanzia e del luogo di provenienza, legami forti che prima o poi si ritrovano.🙂
        Un saluto
        Lucia

    1. Ora con calma ho letto tutto, ho osservato con attenzione le foto, ho trovato tanti punti in comune con alcuni Paesi dell’Umbria che hanno il Castello al centro, interessante l’arredo delle stanze. Ho finalmente saputo il motivo dell’imbiacatura delle pareti delle Chiese che hanno coperto affreschi di pregio, a Montefalco, con un lavoro certosino, sono riusciti a portare di nuovo alla luce ciò che era nascosto.
      Buona serata🙂

      1. Ogni borgo ha un suo fascino. Stamattina guardavo, attraverso una piccola porticina, l’abside della Basilica Lauretana che sta nel mio paese :): basta una visuale diversa a cambiare le cose.
        Grazie per la visita 🙂

      2. Paolo ti ho portato la mia amica Fortunata, una Montefalchese DOC come me, ma certo che Montefalco è più bello, non c’è paragone…
        Un saluto🙂

  2. ma che bel posto! E mi piace anche la presentazione (non avevo capito il discorso del mouse. Poi mi rispieghi come fare) La terzultima foto: è bombato il palazzo o hai messo l’opzione fotografica tu?

    1. Per quanto riguarda la presentazione ti giro l’email di Patrizia M. La foto bombata necessita di un apparato molto sofisticato: lo specchio di un incrocio nel posto giusto e sopratutto pulito🙂

      1. Paolo ti sei scordato di me? Ho piacere sapere anch’io come hai fatto a mettere la presentazione di queste magnifiche foto, le sto condividendo in fb!! Non ti montare la testa🙂
        Ciaooo

  3. Bellissima cittadina, mi sono subito segnata un appunto. Adoro visitare luoghi come questi e le tue foto mi hanno ingolosita parecchio. Fortissima quella scattata con “l’apparato molto sofisticato”🙂

    Ciao, Pat

  4. Ecco cosa scrive l’amica Sandra nella sua bacheca fcebook:
    .Sandra Faccioni Hai perfettamente ragione Lucia ,solo stasera sono riuscita a mettereapieno campo nel compiuter la foto del tuo amico popof ed e’ un piccolo capolavoro.Me la sono gustata co tutte le sue belle casine ,isuoi vecchi ulivi,bellisimo anche quello sembrava entrare nel teto della casa,
    circa un’ora fa
    Ciaooooo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...