Hotel de Ville

In Bretagna ho scoperto che i Municipi sono visitabili alla pari di musei e chiese. Un gran bel gesto di civiltà  il far sentire ai cittadini che la casa comune,  la casa Comunale, appartiene al popolo. Forse è un retaggio della rivoluzione. Purtroppo ho impiegato un po’ a capire che Hotel de Ville si traduce in Municipio e non che quello era  l’albergo più lussuoso del villaggio. Non è mai troppo tardi. ho fatto in tempo ad entrare all’Hotel de Ville di Rennes, scattando qualche foto. Anche da noi in Italia alcuni comuni consentono di visitare e fotografare le proprie stanze, basta non esitare ad informarsi all’ingresso, si scoprono cose nuove. A Gubbio ad esempio non ci sono problemi per gli obiettivi dei passanti. Magari lo fanno anche altri, è una cosa poco pubblicizzata ma da tener presente durante i soggiorni di vacanza, se non altro fa diminuire  il costo del tempo libero e scoprire qualche angolo nascosto.

 

 

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

11 thoughts on “Hotel de Ville”

  1. Sono andata un po’ a documentarmi, io purtroppo non sono mai uscita dall’Italia, questo è quello che ho estrapolato:

    Nel 1734 Jacques Gabriel, architetto del re, progettò questo municipio, “costruito per l’immortalità”. L’edificio coniuga architettura classica e forme barocche, associando pietra calcarea e granito. In estate, possibilità di visite guidate gratuite, proposte dall’Ufficio del Turismo.

    Interessante, e belle le foto.
    Buona Domenica
    Ross@ 😀

  2. E’ giusto sì poter visitare gratuitamente i luoghi istituzionali, dal municipio alle prefetture. Invece non è così semplice ed automatico: spesso devi cercare la “raccomandazione” del politico di turno anche per portare in visita gli alunni!

  3. ciao
    neppure io sapevo questo,è da tenere presente!
    sono stata diversi anni fa in Bretagna ed è stata una delle vacanze più belle,ora mi piacerebbe andare in Normandia……….spero di poterlo fare,prima o poi………….
    buona domenica di sole

  4. Penso di avere letto un bel pò di tempo fa che in Francia i Municipi si possono visitare ! Il che è una bellissima cosa perchè ce ce sono di veramente belli come architettura!
    Belle le foto!
    Per WLW ho anche la pagina dove puoi imparare come configurare il tuo blog ,se ti serve fammi un fischio :mrgreen:
    Buon inizio settimana Paolo🙂
    liù

  5. Mi capita spesso di vedere municipi sontuosi, splendidi palazzi che altrimenti sarebbero probabilmente ridotti a ruderi, a maggior ragione lasciarli visitare e non soltanto per andare a pagare l’IMU 😉

  6. A Firenze alcune parti del Comune sono visitabili senza biglietto (i cortili, alcuni uffici e in genere tutto il piano terra…). I Quartieri monumentali invece sono visitabili solo col biglietto anche se in occasione di particolari eventi il salone di Cinquecento e la sala del Consiglio Comunale sono aperti a tutti (ad esempio in caso di manifestazioni pubbliche, premiazioni, convegni, concerti, consiglio comunale etc…)

      1. Ad aver tempo per informarsi e girare c’è modo di veder gratis molte cose. Festa della donna, notti bianche, notti blu, settimana dei musei, settimana dei musei scientifici, giornate particolari (ad esempio a Firenze l’anniversario dell’Elettrice Palatina) sono ottime occasioni per vedere gratis molti musei… A Vienna un giorno a settimana alcuni musei sono gratuiti, a Parigi tutti l’ultima domenica del mese….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...