Diritto di voto e grazia ricevuta.

Sembra che mezza nazione viva sulla pelle dell’altra metà. Ma la sensazione è che ci sia un’intera nazione, quasi un clone di se stessa, in cui i cittadini si vivono l’uno addosso all’altro, come ombre di se stessi, in un modo e come mai  successo prima. Una nazione in cui i poveri sono sempre più poveri e i ricchi sempre più ricchi, senza motivo e senza gloria, gli uni e gli altri. Di sicuro non  gloria dei cieli, per i primi. Garantita quella della pancia, per i secondi.

In questa settimana ha tenuto banco tra tutte le notizie, quella sullo sperpero, sul ladrocinio, sullo scialacquamento da parte di alcuni rappresentati politici eletti dal popolo bue. Eletti che sono stati nominati assessori, capigruppo, governatori, in nome della delega in bianco ricevuta. Una volta acquisito il diritto, han sentito il dovere di elargire nomine a cascata su amici e parenti, di gestire e appropriarsi a cuor leggero, dei soldi versati dai contribuenti.

Tutto è legittimato dal voto del popolo, come fosse per grazia ricevuta. In nome della democrazia, il voto consente ogni maialata, basta che sia a maggioranza, anche solo relativa, con la protezione di una legge che lo consente. Falsificare i bilanci non è reato.

Per anni, ma l’ultimo biennio a quanto pare è da guinness dei primati, gli allegri compari, forti di un voto bavoso, si son sentiti in diritto di poter fare tutte le castronate che gli passavano per il cervello. Sulla scia del Lazio ora cominciano ad accodarsi altre Regioni.
Dal Piemonte alla Sicilia, dalla Lombardia al Molise, sembra di fare un ripasso da primo anno di geografia. Mi si affaccia l’idea che nella prossima edizione dei testi scolastici, oltre alla densità abitativa, sarebbe bene indicare anche il livello di diffusione dello sciacallaggio cannibalesco. Le nuove generazioni avrebbero un elemento in più per capire in che ambito si muovono e crescono, per potersi mettere al riparo.

Il decentramento del potere alle Regioni doveva essere un modo per consentire allo Stato di essere più vicino ai cittadini, ai loro bisogni e istanze. E’ diventato un modo per stare più vicino alle loro tasche. Opere faraoniche, feste pacchiane, incarichi di dubbia utilità come gli osservatori della neve in Trentino, o i camminatori in Sicilia, o ancora i ricercatori degli scoiattoli in Lombardia, è il trionfo della fantasia al potere locale.

Nella prossima settimana dovrebbe essere emanata una legge che fissa regole efficaci anti corruzione, lo chiede l’Europa (da soli non riusciamo a pensarci), a votarla saranno anche un centinaio di indagati per reati vari che cercheranno di influenzare i compagni di banco. A meno che non si scateni un’epidemia di dissenteria acuta, avremo di sicuro una presenza da record. Qualcuno dirà che si sono vaccinati o che han mangiato riso. Noi continueremo a piangere dietro al feretro dell’onestà che si allontana.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica, sc-arti e mestieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

35 risposte a Diritto di voto e grazia ricevuta.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    La politica caro Paolo mi rende nervosa, anche se ho letto tutto evito a dare un mio commento, perchè come già detto che mi stressa… oggi e domenica e sperò che sia anche per te un giorno sereno, ti abbraccio Pif

  3. fab ha detto:

    hai presente il conte Ugolino? attualmente vedo i politici così…

  4. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ciao Paolo, grazie di cuore per quello che hai scritto, ti abbraccio con tanta stima Pif

  5. gabriarte ha detto:

    ho sentito che c’è in giro un’epidemia influenzale gastrointestinale spero tanto che li colpisca tutti quello che hanno mangiato lo devono prima o poi c….e che ne pensi?

  6. mizaar ha detto:

    però non puoi dire che rubare non sia democraticamente trasversale! arraffano allegramente tutte le parti di quelle consorterie che vanno sotto il nome di partiti! ciao paolo!

    • popof1955 ha detto:

      Su questo non sono d’accordo. Certo non si tirano indietro quando devono darsi gli aumenti, ma non sono tutti uguali, semmai c’è trasversalità nei lacchè, quelli si spostano come le mosche, non penso proprio che un Cacciari o una Bindi siano uguali a uno Scilipoti o una Minetti (giusto per citarne qualcuno).

  7. Patrizia M. ha detto:

    Io penso proprio che di onestà in tutto quello che è politica (e non solo) , ormai ne esista gran poca, anzi direi proprio che non ne esiste più
    Ciao, Pat

    • popof1955 ha detto:

      La politica a volte non è onesta come ideologia, specie quando si sa che chi sta dall’altra parte vuol solo raggiungere uno scopo diverso dal tuo. Altra cosa è l’amministrazione delle cose comuni, in cui è essenziale. Dici non esiste più, significa al tempo stesso che è esistita e vada ricostituita, di ogni pianta resta sempre un seme da curare nella crescita.

  8. serpillo1 ha detto:

    Onestà e bene comune sembrano parole di altri tempi e la vergogna e’ stata cancellata dal vocabolario………

  9. Maria ha detto:

    Se si consente perfino la tolleranza di Consigli e consiglieri regionali che svuotano le casse dello stato, indebitamente arricchiti da un finanziamento pubblico già azzerato dagli italiani con esplicito voto referendario, mi sa che io non c’ho capito niente!

    • popof1955 ha detto:

      Proprio consentendo il finanziamento pubblico, giusto per sotttrarre i partiti alle lobby, sarebbe stato necessario pretendere una giustificazione delle spese sostenute.

  10. Diemme ha detto:

    Io continuo a chiedermi che cosa si può fare, ora, subito. Con quanto capillarmente si è infiltrata la corruzione, non sarà facile uscirne fuori.

    Auguro per mia figlia un mondo migliore, senza essere costretta ad abbandonare la sua terra.

    • popof1955 ha detto:

      Io voglio vedere come si comporteranno giovedì, e sopratutto mi piacerebbe che decidessero per la restituzione del maltolto in contanti, ma anche in natura se è il caso, magari con l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e perchè no, con un bel servizio di volontariato forzato in strutture per disabili o anziani, o in ambulanze (come qualcuno ha proposto), per ripagare alla società civile il danno prodotto.

      • Diemme ha detto:

        Non ripagherebbero il danno prodotto alla società civile neanche se donassero gli organi (però, potrebbe essere un’idea… )

  11. ili6 ha detto:

    Attendiamo trepidanti giovedì…
    Democrazia non fa assolutamente rima con sciacallaggio e maialata. Che poi stia finendo così, dal Nord al Sud e passando per il Centro, è tutt’altro discorso, anzi è un discorso di chiaro schifo e chiara vergogna, galera compresa.

    • popof1955 ha detto:

      Purtroppo da noi avviene in maniera diversa da altri paesi, un esproprio dei diritti democratici proprio grazie alle garanzie democratiche, che non sono solo libertà di pensiero e di parola, ma pari opportunità, rispetto della cosa pubblica e delle persone che compongono la società.

  12. Beppeley ha detto:

    E’ da anni che non vado più a votare perché è da anni che “percepisco” quel fetore nella politica italiana.

    Lo so, tanti di voi diranno che è un dovere andare a votare.

    Ribatto dicendo che se molti italiani, già qualche decennio fa, avessero fiutato il fetore, forse un bel non voto di protesta sarebbe servito a qualcosa.

    Come si fa a vivere in una democrazia dove non si possono scegliere i propri rappresentanti?

    Come si fa a vivere in un Paese dove si accetta passivamente di lasciare tutte le televisioni (ovvero il potere dei mass-media, ovvero ciò che ti fa il lavaggio del cervello) a tutte le forze plitiche?

    Abbiamo permesso un conflitto di interessi spaventoso e questo è il risultato.

    Mediaset in mano alla famiglia Berlusconi + i canali della RAI ovviamente politicizzati a dovere dalla maggioranza di turno.

    Viviamo una dittatura mascherata da democrazia.

    Hitler sosteneva che più la bugia è grande e più il popolo ci crederà.

    Alcuni politici amano (hanno amato) riempirsi la bocca di “libertà”….

    Bugia?

    Fate voi…

    • popof1955 ha detto:

      Io sono sempre riuscito a trovare una motivazione per l’esercizio del mio diritto di voto, anche con il sistema attuale che non consente scelta, ho scelto di votare contro, anche perchè se tutti i non voto si fossero trasformati in voti non so se avremmo le stesse persone a quei posti. E poi chi non ti dice che lo fanno apposta a fare in modo che la gente non voti, ormai la maggioranza relativa è dei non votanti, pensa se improvvisamente alle prossime elezioni si presentassero tutti a votare che scombussolamento ci sarebbe. Certo tutti se e tutti ma e sin quando i voti si spostano di pochi decimali le poltrone restano incollate ai fondo schiena dei soliti, ecco perché dopo le elezioni tutti cantano vittoria.

  13. zebachetti ha detto:

    penso che le cose debbano cambiare e sicuramente cambieranno ma la guardia deve rimanere alta altrimenti questi un pò che li lasci fare riniziano da capo . attenzione la dissenterie potrebbe essere comunque in agguato , intanto stamane hanno arrestato il coso, lì come si chiama batman niente non è ciao Paolo

    • popof1955 ha detto:

      Adesso vedrai che quel gruppo dirà che non è associazione a delinquere ma sono vittima di uno che faceva la cresta. Quanto dicono che sia l’ammanco del pipistrello? 7,3 milioni di € dice il CdS, insomma qualcosa come 14.000 pensioni al minimo (per 12 mesi).

      • Diemme ha detto:

        Che schifo! Questi non sono solo ladri, sono assassini, perché tanta gente tartassata, senza più la possibilità di sopravvivere, la fa finita.

        Non so che dirti sul voto, io è tanto che mi astengo perché non c’è neanche la possibilità di votare contro: non è che se cambia il colore dei ladroni si risolva qualcosa. Sarei pure disposta a votare il meno peggio (pessima mentalità, ma in certi casi “piuttosto che niente è meglio piuttosto”), ma questo meno peggio ci deve essere.

        Vedremo.

      • popof1955 ha detto:

        @diemme: Poco fa stavo leggendo dei piccoli comuni, quelli con meno di 10.000 abitanti, dove a gestire la cosa pubblica il 21% sono giovani tra i 18 e i 30 anni. La loro provenienza varia dagli oratori alle pro loco al volontariato, questo significa che la politica può esere gestita e vissuta in maniera diversa. Io non li vedo tutti uguali, sarebbe un insulto nei confronti di chi si comporta in modo corretto, al solito fa molto più rumore un cassiere che scappa con l’incasso che 1000 impiegati che lavorano onestamente.

      • Diemme ha detto:

        E pure tu hai ragione…

  14. strangethelost ha detto:

    Ciao Paolo ,nel mio blog c’è posta per te!
    http://strangethelost.wordpress.com/2012/10/02/inspiring-blog-award/

  15. ross ha detto:

    Io ho mal di stomaco e mal di pancia, ma non credo sia colpa del virus…
    Ciao 😀

  16. annapos ha detto:

    Někdy je nutné, upustit páru, aby kotel nevybuchl. Mám dnes také takový den a večer, chce se mě plakat nad lidskou lhostejností. Děkuji, dnes jsme vybuchli dva, vy a já. Anna

    • popof1955 ha detto:

      La traduzione di google lascia molto a desiderare. Se ho compreso giusto è come se si fosse scoperchiata una pentola in ebollizione, e son d’accordo, non c’è da rimettere il coperchio per coprire il tutto con i non luogo a procedere e le archiviazioni di rito a cui spesso lo Stato fa ricorso.

  17. arielisolabella ha detto:

    …………. sigh……

    • popof1955 ha detto:

      Eppure sai, malgrado il disgusto per i fatti di queste ultime settimane, mi son chiesto anche una cosa “ma possibile che la magistratura in questi anni sia rimasta con le mani in mano?” Naturalmente la magistratura anche in passato ha scovato truffe, solo che in questo periodo viene dato fiato alle notizie, doveva essere votata una legge da portare in Europa per dimostrare di avere buoni intenti e buone basi. Ora occorre mantenere la barra dritta e non farsi fregare di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...