Rosy President? Yes, you can

Rosy-Bindi (immagine dal web)(Rosy Bindi – immagine web)

Scriveva a novembre Gad Lerner nel suo blog:  Rosy Bindi commetterà pure l’errore di non riuscire a dissimulare i propri sentimenti, nonostante vent’anni di professionismo politico che ancora non l’hanno resa cinica. ….. A differenza di altri veterani, infatti, la Bindi ha praticato un’attività militante e istituzionale mai sfiorata dall’ombra dell’affarismo: alzi la mano chi possa ricordare sue commistioni improprie fra politica e business, sue amicizie improprie, vizi, privilegi, stile di vita men che sobrio. E’ generosa e appassionata nel sostenere le sue posizioni, senza timore di rivendicarle. Anche quando coincidono con la dottrina della Chiesa, come sul matrimonio e l’adozione per gli omosessuali, non lo fa certo per clericalismo: i vescovi ha saputo fronteggiarli con un coraggio di cui non hanno dato prova molti esponenti politici non cattolici….

Eh, si a me la Bindi piace, come la semplice descrizione di Gad Lerner. Hai voglia a fare le fantaelezionipresidenziali come fossero il fantacalcio, e a dire che ci sono gli hacker, fatto sta che a mio modestissimo parere questo arlecchinico parlamento ha un’occasione irripetibile, quello di eleggere una presidente  Donna, oltretutto di sana e robusta Costituzione.

Di sicuro nelle prime tre votazioni il suo nome non verrà fuori, ma dalla quarta in poi …

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Rosy President? Yes, you can

  1. fab ha detto:

    troppo fuori “dai giri” strani…credo manchi lo “sponsor”

  2. luciabaciocchi ha detto:

    Mi sorprende il tuo favore per la Bindi, nulla da eccepire sulla sua onestà politica e di cittadina, ma a me sembra troppo con le mani in pasta nella politica degli anni passati. Ora c’è la necissità di uno statista serio che ci porti fuori da questo stallo, La figura di Rodatà presidente la vedo molto bene.
    Lucia

    • popof1955p ha detto:

      E perchè mai una sorpresa? Che sia una che le cose non le manda a dire è un fatto certo. Amministrare non vuol dire aver le mani in pasta. E poi ti dirò, per vent’anni ho visto le tabelle degli ANF immutate, poi quando è arrivata lei al welfare le cose sono cambiate, e la gente non lo sa, ma tante facce sorridenti quando ritiravano le buste paga, come allora, io non le avevo mai viste. E alla sanità dopo i ministeri Amato, che avevano fatto scivolare dei salvavita in fascia C, anche lì qualcosa è cambiato. Rodotà è in gamba, ma si dice che chi entra Papa esce Cardinale.

  3. luceinombra ha detto:

    ma non sei stanco della solita gente? non so… a me lascia sempre un po’ così questa non voglia di cambiamento…

    • popof1955p ha detto:

      Che il parlamento sia in grado di fare cambiamenti lo dubito. Ma pensa allo schiaffo che riceverebbe mister B. Se fossi un pentastellista ne approfitterei per fargli un dispetto

  4. cordialdo ha detto:

    non credo e mi auguro che non sia lei il prossimo inquilino del Quirinale. Anzi, per essere preciso, nessuno dei nomi dei politici che circolano nella confederazione di partiti in cui si è ridotto il Pd. Spero che Bersani, ancora una volta, non si faccia fregare dai suoi coinquilini!!!

  5. liù ha detto:

    Penso che chiunque venga eletto per noi non cambierà una virgola!
    La Bindi non mi piace e non mi piace nessuno dei papabili per cui che facciano
    ciò che vogliono tanto noi non contiamo niente per loro.
    Voglio proprio vedere chi sarà a fare danni per i prossimi 7 anni.
    Giorgino ne ha fatti parecchi ,meno male che era di sinistra e anche Superpartes!!

    • popof1955p ha detto:

      Il Presidente ha poche possibilità di fare danni, al massimo esternazioni e Giorgino a novembre dell’anno scorso con il colpo di mano Monti non è che abbia fatto una cosa peggiore di come si profilava il futuro nell’immediato. I titoli di stato con berlù erano a livello spazzatura, Francia e Germania ci ridevano dietro. Certo la Fornero ci ha dato una batosta, l’IMU (ideata da berlù in sostituzione dell’ICI) ha fatto un po’ sacrificare. Ma se avessimo continuato con mister B cosa sarebbe accaduto? E oggi son contento che non si è realizzato il suo disegno d’incicio. Io aspetto la quarta votazione.

  6. cucinaincontroluce ha detto:

    Personalmente mi stanno facendo schifo tutti, nessuno escluso… darei una ripulita e leverei di mezzo i soliti noti che vivono da decenni di privilegi senza cambiare di una virgola il destino dei deboli. La Bindi non mi piace, ma non mi piace nessuno, lei meno degli altri… non riesco più a trovare nessuno che rappresenti il mio ideale di sinistra operaia.

    • popof1955p ha detto:

      Nelle monarchie il re non si sceglie, nelle repubbliche, se di tipo parlamentari, lo sceglie il parlamento e purtroppo quello che abbiamo eletto è questo, noi paghiamo le tasse e continuiamo a lavorare, ma è anche giusto avere la speranza che ogni tanto una voce si levi dall’alto in favore di chi lavora tutti i giorni.

  7. Mery ha detto:

    Paolo, s’ha da fare per forza ‘sto Presidente? Ma paghiamoci il debito col Quirinale… 😛 😀

    • popof1955p ha detto:

      Ecco questa è una proposta seria: in fondo che ce ne facciamo di un Presidente? Con i soldi che si risparmierebbero si potrebbe far diminuire il debito pubblico.
      Pensa se si arrivasse alle elezioni ad oltranza senza cavarne un ragno dal buco e tra un anno o due quelli fossero ancora li a votare e scrutinare. Si non sarebbe male, mi viene in mente “Quel pomeriggio di un giorno da cani”, dove i rapinati, gli ostaggi e anche il pubblico, alla fine simpatizzavano con i rapinatori. In questo caso i rapinatori sono quelli che spostano i voti per non far eleggere nessuno, i rapinati sono quelli che speravano in una elezione facile, gli ostaggi sono i mass media e il pubblico siamo noi 🙂

  8. lupus.sine.fabula ha detto:

    Condivido pienamente… ma tanto poi non cambia comunque niente.

    • popof1955p ha detto:

      Con l’elezione del presidente cambia ben poco. I Pertini sono rari, però in quel periodo governava Bettino, meno male che almeno al quirinale c’era Lui. 🙂

  9. mariella ha detto:

    Paolo: ma stai delirando?????????

    lei pensa solo a rimanere ancora un po’ “a galla”… è uguale a tutti gli altri attaccata alla poltrona. E “tutti” i partiti in una unica direzione per un nuovo ordine mondiale! E lavorano “tutti” in questa direzione… Non lasciarti “adescare” dai loro “ammalianti discorsi”: sono solo belle parole ad effetto e nulla di più… se parliamo di sostanza.

    Ciao Paolo 🙂

    • popof1955p ha detto:

      La Bindi non la vedo così attaccata alla poltrona, e di ammalianti discorsi non gliene ho mai sentiti fare, a parte qualche botta e risposta con mister B. Ecco è proprio per quello che la vedrei bene al colle, almeno una che lo prendesse a calci nel sedere ci sarebbe.

  10. mizaar ha detto:

    alla bindi preferisco rodotà. la rosy è troppo democristiana per i miei gusti e omofoba e baciapile, pensa che non mi va bene neppure quell’invasata della bonino. ma in italia non c’è una donna che possa figurare degnamente al quirinale? ci fosse stata la leonilde, quella sì con le pa@@e!

    • popof1955p ha detto:

      Si è vero viene dalla DC, ma non la vedo come un andreottile o un fanfarantola, ha un che di ragionevolmente accettabile, sarà che mi ricorda le tagliatelle al ragù?

  11. ili6 ha detto:

    sbandati loro e sbandati noi. Non mi entusiasma la Bindi, ma sarebbe meglio di altri.

    • popof1955p ha detto:

      Eppure io la vedo come la testa d’ariete che potrebbe far capovolgere le sorti della Nazione. Non per uello che lei potrebbe fare, quanto per il fatto che andrebbero a posizionarsi i pezzi dello scacchiere in maniera diversa. Sarebbe come il voto alla Boldrini, un modo per dire a chi ha in mano la nazione da 17 anni, che ha smesso, che ora è finita davvero con i sorrisini e i festini dentro e fuori dal parlamento. Il questito a questo punto diventa: i pentastellati avrebbero il coraggio di votare un nome per mettere definitivamente nell’angolo la nomenclatura del fu berlù? La sfida che vedo è questa, rinunciare a fare sterile opposizione per costruire il dopo. Il neo presidente ad esempio potrebbe anche sciogliere il Senato, facendo rivotare solo per quello 😉

      • ili6 ha detto:

        e invece…si propone Prodi!
        la faccia verde del berlù è assicurata
        il non voto dei pentastars pure
        e la faccia nera del popolo italiano, pure!
        Ma perchè??

      • popof1955 ha detto:

        Chi entra papa esce cardinale, è ancora presto. Vedremo cosa accade alla IV votazione. Se con Prodi la faccia del berlù diventa verde, con la Bindi lo ricoverano al S,Raffaele 🙂

  12. popof1955 ha detto:

    L’ha ribloggato su libera…mentee ha commentato:

    Dopo le dimissioni di ieri da Presidente del PD, ora si apre una possibilità in più. Una spinta la da il fatto che è meno di parte di quanto lo fosse prima, può rappresentare l’elemento di ricucitura all’interno dello stesso PD, può essere uno schiaffo morale nei confronti del PDL, può essere l’occasione per il pentastellismo di una scelta di campo che non costringa a destra l’Italia. Oggi vedremo come va a finire. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...