Torna “Lo Spirito del Pianeta”, tornano i Saor Patrol

Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album
Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album Visualizza album

Quelle sopra sono immagini dell’anno scorso alla festa etnica più calda del pianeta. I Saor Patrol saranno sul palco il 3 di giugno e faranno ballare tutti sulle sedie.

Tra i tanti che saranno presenti non voglio perdermi gli aborigeni australiani che lo sorso anno han massaggiato di suoni gli astanti con i loro corni, e poi ci saranno i siberiani che tornano dopo tre anni, e anche …… il programma è qui (basta cliccare), io mi pregusto l’attesa 😳

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in fotografia, Recensioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Torna “Lo Spirito del Pianeta”, tornano i Saor Patrol

  1. Madhu ha detto:

    Sounds like quite the party! Have never hear the Soar Patrol before.

  2. luciabaciocchi ha detto:

    Come ogni anno ci proponi queste coloratissime immagini di questi spettacoli affascinanti. Sto ascoltando le cornamuse e i tamburi, suoni primordiali che eseguiti in piena campagna assumono un fascino particolare. 🙂
    Un saluto
    Lucia

    • popof1955 ha detto:

      E’ qualcosa che sfiorandomi mi ha catturato, e ogni anno scopro, perché non l’attendo, ma arriva e quando arriva porta conoscenze nuove, non solo di suoni, sapori ed odori, anche di vite ed esperienze che visivamente diventano concrete.
      Sai Lucia io immaginavo la Siberia come una tundra coperta di neve, grazie alle esperienze portate dai musicisti ho scoperto che la Siberia è montuosa. Si chiamano stereotipi, l’immaginario ce lo costruiscono e lo facciamo nostro.
      Le musiche dei Saor Patrol le avrai ascoltate chissà quante volte prima di adesso, ad esempio è loro la colonna sonora de “Il gladiatore”,

  3. luciabaciocchi ha detto:

    Conosco queste musiche, anni fa, quando la regione Umbria aveva i soldi,ingaggiava gruppi folcloristi provenienti da paesi impensabili e lontanissimi che allietavano le serate estive nei vari paesi durante le feste tradizionali. Devo dire che tra la confusione della gente e suoni delle bancherelle non si poteva gustare bene questi suoni quasi sconosciutii, ma è restato nella mia memoria i colori e i suoni particolarissimi!
    Lucia

  4. serpillo1 ha detto:

    Bene che si ricordi che anche il nostro pianeta ha uno spirito. Io me ne accordo anche quando abbraccio un albero. E che sensazione!

  5. aspetto un ampio reportage!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...