Evaporazione nel “non voto”

Cattura1-vertSe nel secolo passato la conquista del suffragio universale è stata tale, è perchè c’era una parte delle forze sociali e politiche che non l’accettavano come un segno di democrazia. Una conquista avviene quando si ottiene quello che non si possiede. La rivoluzione francese si svolse al grido di “una testa un voto”. Per tutto il nostro continente il voto libero e universale ai cittadini era direttamente proporzionale alla scolarizzazione. Oggi siamo cosi scolarizzati e umanizzati che faremmo votare cani e gatti, qualcuno dice per la parte avversa votano i somari.

Bhe forse se cominciassimo a dire che il suffragio universale è un freno alla libertà qualcuno storcerebbe il naso. Eppure il “non voto” e il “voto contro” stabiliscono il vincitore nella lotta elettorale, il primo si astiene perché sente come impossibile cambiare qualcosa con la propria partecipazione, il secondo esprime un voto di ripicca, non importa cosa si costruisca dopo, l’importante è distruggere o averne l’illusione, per qualche ora.

Senza andar tanto lontani, perché di esempi ne è piena la nostra storia, basta guardare all’altro ieri, vale a dire alle elezioni politiche, in cui son saltati fuori tre vincitori perdenti (come li ho chiamati qui), dei tre, quello che sino a ieri faceva la voce grossa, ha rifiutato ogni tipo di coinvolgimento nel governo, affidando le sorti e le riforme richieste dalla gente a un governicchio bicolore che non si capisce ancora bene quali siano le cose che vuole fare.

IMU (in sicialiano sinifica “andiamo”) gratis sulla prima casa, lavoro ai giovani mantenendo i vecchi al lavoro, soldi alla scuola privata per salvare quella pubblica, basta sovvenzioni  ai partiti, se l’8 per mille lo prendono le chiese, il 5 le associazioni,  per i partiti propongono l’1: grandi riforme, grandi sconti in tempo di saldi.

E veniamo a ieri. I “voto contro” si disperdono, si ribellano, evaporano, spariscono. A Roma, Marino (che tra l’altro mi garba) gongola dal suo 42% del 60% dei votanti, ovvero il 24% degli aventi diritto al voto, in soldoni 250.000 voti in meno di Rutelli alle prece-per-denti amministrative. E se al secondo turno gli astenuti si ripresentassero tutti insieme a votare? No non ci sarebbe gusto, anche se non sono tutti parenti di Alemanno, non voglio suggerirgli qualche strana idea di rivincita (tra 13 giorni un indicatore saranno  le auto in coda a qualche distributore di benzina).

In realtà il suffragio universale vacilla, le tessere elettorali son consegnate a tutti i cittadini residenti, ma il 50% non vota, vota scheda bianca o nulla, rinunciano a votare perché troppo stufi. Far stufar la gente è anche una tattica, da un risultato certamente migliore di un voto di casta o di appartenenza stabilito per legge, non genera proteste essendo di per se una protesta. La disaffezione al voto, opportunamente stimolata consente di non dare voce a chi ha rinunciato a cercare un lavoro, a chi non ha una casa o una pensione adeguata, a chi non nutre speranza.

Se la nostra costituzione opportunamente riformata stabilisse non che tutti i cittadini sono elettori, ma che elettore è solo chi ha una lavoro, una casa e un reddito garantito, sarebbe una bestemmia, invece tutti possono partecipare liberamente, astenendosi o rinunciando fanno alzare le percentuali di voto.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Evaporazione nel “non voto”

  1. marco ha detto:

    Interessantissimi le tue considerazioni, purtroppo gran parte della popolazione ragiona in modo superficiale, anche quelli che si credono “contro”. Ps mi ha fatto morire la citazione in siciliano : )

  2. accantoalcamino ha detto:

    *Far stufar la gente è anche una tattica, da un risultato certamente migliore di un voto di casta o di appartenenza stabilito per legge, non genera proteste essendo di per se una protesta. La disaffezione al voto, opportunamente stimolata consente di non dare voce a chi ha rinunciato a cercare un lavoro, a chi non ha una casa o una pensione adeguata, a chi non nutre speranza.*

    Già, hai un gran cervello e ce l’ha anche chi ha fatto quel ragionamento per “lobotomizzare”la gente. Ciao Popof, saluto anche alla Lady.

  3. ili6 ha detto:

    Non andare a votare, non esprimere un tuo diritto, pur con la nausea che ti assale verso tutto ciò che odora-puzza di politica, pur con le incertezze che ti assalgono perchè son tutti, ma proprio tutti uguali, è quanto di più sbagliato possa esserci.
    Nonostante l’assenteismo ci sarà sempre un gruppo di tizi che farà politica, che farà leggi e deciderà per la nostra vita. Voto, quindi, anche voto contro, purchè sia voto.

  4. il voto è un nostro dirito/dovere……non è astenendosi che si risolvono le cose
    ciaooo

  5. accantoalcamino ha detto:

    A domenica (ho il biglietto 🙂 )

  6. luciabaciocchi ha detto:

    Il non voto è una scelta che non condivido. Le motivazioni per protestare sono numerosissime e non si discute, ma l’astensione denota poca maturità e poco senso di responsabilità da parte dei cittadini. Spero che con i ballottaggi vengano eletti sindaci capaci di risolvere i numerosissimi problemi di tanti Comuni.
    Buon fine settimana
    Lucia

  7. Del resto, l’Italia ha sempre avuto percentuali di voto molto alte: all’estero, per esempio in USA, il 60% se lo sognano. Ci stiamo omologando verso il basso.

  8. mizaar ha detto:

    pensavo avessi scritto un altro post a proposito del voto ” differente ” perciò da me ti ho scritto ” vengo a leggerti”. è così, il voto non ci rappresenta più – e bisognerà dirlo a quei cialtroni sodali di berlusconi convinti di essere lì, oltre che per volontà divina, anche per volontà popolare – di quella parte di popolo che sono riusciti a comprare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...