Nuvole di colori

Quando cammino in montagna pensieri e idee si inseguono come fanno spesso le nuvole in cielo. Ogni passo è un passo in su, in avanti e verso l’alto. Mi è capitato in quest’estate torrida di poter lasciare la calura della pianura e di vivere giornate ammantate del fresco grigiore delle nuvole che non lasciano guardare lontano, che non lasciano scorgere le cime, che costringono a guardare per terra  tra i sassi e l’erba. Così in una giornata ammantata di nubi

Nuvole intorno al Rifugio Gastaldi (Valli di Lanzo Piemonte)

non resta che guardare vicino, dentro il piccolo mondo dei fiori

Questo slideshow richiede JavaScript.

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

26 thoughts on “Nuvole di colori”

  1. Che splendore!!! Adoro il cielo così… è stupendo! Ho sempre più voglia di ritornare sui monti, ma ce l’ho fatta ad organizzare almeno un fine settimana, quindi mi godole tue immagini e tengo duro!
    Ciao, Tatiana

  2. E allora che ben vengano le nubi, ogni tanto!
    Guardare in su, guardare lontano troppo spesso rischia di non farci vedere quanto di buono e di colorato abbiamo vicino a noi.
    Oggi è nuvolo anche qui, qualche timida goccia di pioggia e lontani brontolii di tuoni. L’Etna è seminascosto dalle nuvole grigie e così mi dedico ai fiori del balcone che hanno grande sete di sguardi attenti🙂

    Un grande -mi piace- per le foto.

    1. Occorre sempre saper guardare vicino. Grazie per l’apprezzamento per le immagini, in fondo te le avevo promesse e presto ne posterò altre fatte in Val Brembana.

  3. che meraviglia!!! io camminerei sempre a testa bassa le montagne sono bellissime da ammirare stanno ferme!!! ai loro piedi la vita si trasforma e trovo che sia più interessante ciao bellissime immagini e post

    1. Sai quale doveva essere il titolo di questo post? “La certezza delle Montagne”, poi ho cambiato idea ed ho dato un’altro aspetto. Ma forse sull’argomento ci torno. Grazie.

  4. A me è piaciuta moltissimo la foto della montagna imbronciata che però lascia intravedere un sorriso di cielo.
    E misteriosa e deliziosa insieme.
    Il grigiore delle nuvole è come una veletta che a stento nasconde i connotati della divinità montana che ribolle di potenza a stento trattenuta.
    ma quel sogghigno, quel sorriso, quel disvelarsi del buono e del bello, dell’amore e della vita, del colore e del movimento…. ecco, questo contrasto fra ciò che si immagina e ciò che a mala pena si intravede, è questo che mi ha colpito moltissimo.
    Anche le altre foto, si, i colori, i fiori, sembra di seguire i tuoi passi…
    Mandaci, la prossima volta anche una boccata d’aria fresca, che di questi tempi fa tanto piacere, come un bel gelato.
    Un abbraccio, Paolone,
    Piero

    PS.
    Dalla prossima settimana anche io vado in vacanza.
    Quest’anno… west coast, S. Francisco e i parchi, forse un tratto di Route 66…
    Cercherò di essere presente sul web con qualche fotocommento a questo link:

    http://roadingusa.wordpress.com/

    Se vuoi passare qualche volta, ti aspetto, sai che mi farà piacere.
    Anche gli amici dei miei amici (cioè gli amici tuoi, Paolone) sono benvenuti, sempre che abbiano piacere di passare. Io li invito volentieri.
    Un salutone

    1. E come sempre in forma gratuita e con tanti buoni suggerimenti, del tipo che tanti accostamenti di colore che la natura offre in maniera spontanea poi vengono ricreati nelle composizioni floreali dai fioristi (e alcune cose le si ritrova anche nelle opere di ricamo) 😉

  5. Paolo ciao, torno a commentarti dopo lungo tempo anche se leggo sempre i tuoi post. Il paesaggio dei miei luoghi è completamente diverso, non vedo all’orizzonte cime altissime, ma colline e vallate che mi inducono a guardare lontano, non potrei vivere ai piedi di un monte altissimo, ho bisogno di vedere, riconoscere paesi, borghi, torri, campanili, vie che portano in aperta campagna, a volte penso di il Leopardi quando ha scritto linfinito si sia inspirato a questi luoghi…. Scusatemi tanto, sto andando fuori tema.
    Un saluto a tutti gli amici, non vi ho dimenticato mica!
    Lucia

    1. Sai che tutto è riassumibile con lo stare in alto? Non importa se sei a 600 o a 3000 mt è il senso della vista che porta al cervello tante immagini inconsuete, altrimenti perchè costruire torri e arrampicarsi?

  6. Che meraviglia, tra pochi giorni potrò anch’io,finalmente, perdere lo sguardo oltre l’orrizzonte e se le nuvole me lo impediranno sarà un’occasione in più per osservare la natura che sta all’altezza dei miei passi: fiori, lumache, salamandre e sentirò i rumori, l’abbaiare dei caprioli ed il gracidare dei gracchi che poi ritroverò in cima,pronti a venirmi accanto per banchettare insieme con me, sui miei scarponi. Non vedo l’ora… Buona giornata.

    1. Gran bella cosa Libera una vacanza in montagna. Sai è da quasi un quarto di secolo che non trascorro una settimana in montagna (limiti di condivisione familiare), per intanto mi consolo con le fughe settimanali, è più faticoso lo so, ma bisogna accontentarsi e poi le occasioni prima o poi arrivano, basta dargli una mano e io mi sto organizzando (anche se lentamente)😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...