Narcisimo sociale

Lo scorso agosto ero in vacanza in Istria. Anche la Croazia sta vivendo la sua crisi mediterranea in vista dell’adesione all’Euro.

Municipio di Porec
Municipio di Porec

In comune con gli altri paesi del lago Mediterraneo ha il problema del debito pubblico, anche lì innalzeranno pian piano l’età della pensione e limeranno i servizi. In quei giorni di vacanza, mentre voi venivate sculacciati a suon di silviettate (non ricordate più chi è nonno B alla presa con giudici e avvocati?), io leggevo Il giornale locale, La Voce, che riportava poco della vicina Italia (alleluja). I fatti economici salienti anche in Istria erano due: i dati sulla disoccupazione e i propositi della riforma pensionistica; quest’ultima senza i ritmi forneriani a noi imposti sul finire del 2011, mentre la disoccupazione non raggiungeva i livelli parossistici del nostro sud e isole.

Intanto notavo che nel villaggio in cui soggiornavo, gli operatori dei vari servizi erano giovani e tutti croati, lo stesso nei ristoranti e bar in cui mi son fermato, così come gli autisti dei furgoni delle merci e gli operatori ecologici . Insomma una nazione non condizionata dal narcisismo sociale, quello che da noi sta facendo in modo che un’intera generazione venga interdetta al lavoro. Avevo notato la cosa già nelle altre occasioni che ero stato nella regione, questa terza volta (e poi ne è seguita una quarta) ne ho avuto la conferma.

Quando dico narcisismo sociale qui mi riferisco a quello che abbiamo generato noi nati tra il 1948 e il 1960, ovvero abbiamo messo al mondo figli in cui ci si specchia e, a furia di ripetergli “quanto sei bello quanto sei bravo”, i nostri cuccioli stanno ancora in casa a fare lo slalom tra le faccende domestiche di pà e mà, magari claudicanti. La mia generazione ha ucciso il padre (conflitto di edipo) e poi si è a specchiata nei figli (Narciso) sino ad convincerli che tutto gli è dovuto.

Ma oltre il figlio narciso della nostra epoca, esiste un al di la?

A parte Massimo Recalcati, in quanti han pensato al Complesso di Telemaco? Ecco le mie recensioni sono molto anomale, butto un sasso nello stagno lo so. Per saperne di più sul libro, basta cliccare sui collegamenti, se poi vi sta a cuore la visione del vostro futuro, approfondire attraverso il libro non fa male.Catturar

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

7 thoughts on “Narcisimo sociale”

  1. Dev’essere davvero interessante…..comunque penso che, nonostante i tempi, viziare i figli in maniera sconsiderata dipenda solo dai genitori….ed è una cosa che c’è sempre stata. Devono essere in grado di darsi da fare e cercare la propria strada, soprattutto di questi tempi, e viziarli più del dovuto vuol dire solo rovinargli la vita.
    Buona domenica.

  2. Ciao, Paolo, anzitutto, ti rinnovo gli auguri per questo 2014. Essendo nato una decisa abbondante prima di te, condivido, ovviamente, la tua analisi e magari sono ancora più pessimista di te.
    Quanto ai libri da leggere, ieri ho comprato, editore Chioarelettere, di Sandra Boinsanti con postfazione di Gustavo Zagrebelsky, “Da Gelli al Caso Moro, da Gladio alle stragi di mafia IL GIOCO GRANDE DEL POTERE”. Credo che aiuta chi lo legge a fare un passo avanti sulla suddivisione delle responsabilità che non sono tutte dei padri che hanno coccolato i figli ma vanno ben oltre la cintura felle famiglie e non si fermano al governo Monti.
    Ciao, Osv.

    1. Ti ringrazio degli auguri, che ricambio e del consiglio, che accetto. Mai fossilizzarsi su un’idea, ad ogni azione e scelta della società c’è sempre uno stimolo, a volte palese altre volte nascosto.

    1. Interessante lo è, in particolare l’approccio filosofico, psicoanalitico e sociale riguardo alla responsabilità degli eredi, sia economici che morali. Pensa al ruolo di Telemaco che nel riconoscere il padre ribadisce i suoi diritti.Le riflessioni relative sono di ampia portata, e malgrado l’incedere pedante di Recalcati (un limite degli psicologi) uno spazio ver il libero pensiero si fa strada nel lettore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...