“Operazione Lombardia”: un docu/fiction sull’annessione della Lombardia alla Svizzera.

“Operazione Lombardia” è il titolo di una docu-fiction della Radio Televisione Svizzera. Non si è visto sulle nostre TV ma la potenza del web ci permette di poter vedere cosa trasmettono i nostri vicini. L’ho rintracciato sentendone parlare alla radio e poi una prima traccia sulla TV di Repubblica. Su you tube ho trovato l’intera registrazione. Buon divertimento.

Come avete modo di NON vedere il video è stato censurato. Si vede Che non era tutta una finzione.  La prima traccia l’avevo trovata qui: http://video.repubblica.it/edizione/milano/compriamo-la-lombardia-la-fiction-della-tv-svizzera/154140/152642

Alla faccia dei censori però qualcosa in rete si trova, è l’autoprovino dell’attore Marco Alberghini che qui racconta la trama, se trovo qualcosa d’altro aggiorno😉

La mia ricerca sta continuando, e guardate cosa succede se cliccate su questo indirizzo http://glapps.rsi.ch/search?q=operazione+lombardia&submit=Cerca&site=default_collection&client=default_frontend&proxystylesheet=default_frontend&output=xml_no_dtd&num=30

Insomma siamo liberi, ma solo di respirare i veleni che ci regalano. La nuova nazione sarebbe stata questa:Cattura

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

19 thoughts on ““Operazione Lombardia”: un docu/fiction sull’annessione della Lombardia alla Svizzera.”

  1. “Non tutto quello che avete visto è falso”…
    Molto ben fatto e molto gradevole. A prescindere da ogni considerazione sulla possibilità che una cosa simile possa avvenire, c’è l’amarezza nel vedere come le nostre maggiori autorità politiche siano dipinte e ridicolizzate (peraltro a ragione) oltreconfine.

      1. Effettivamente il giorno dopo aver visto il filmato sono tornato in rete per passare il link ad amici, e non c’era più! Anche io ho trovato solo il filmato del provino che tu hai linkato. Ma tu sei riuscito a trovare spiegazioni circa la censura? E’ solo per l’Italia?

  2. l’altra sera ho visto metà video: meglio di nulla….
    beh, c’è già una raccolta di firme in rete per eventuale referendum.
    Quasi quasi lo firmo solo per dare il brivido alla Lombardia di divenire Regione del SUD svizzero 😉😉

    scherzo (io) ma non scherzano certi commentatori che ho letto in rete e nemmeno certi politici (Lega, ovviamente) che pare stiano prendendo sul serio e con cuore la cosa. Che tristezza…

    1. Su tutta questa faccenda ho approfondito parecchio attraverso una ricerca sulla rete internet, si la Lega Nord aveva avviato una sorta di raccolta di firme, alcuni proclami alle loro feste con Maroni e Salvini in testa sono reali. Populisticamente si sono garantiti le sedie e le poltrone. Ma al di là di tutto questo, quel che mi infastidisce di più è che una trasmissione satirica, o docu/fiction come è stata ribattezzata, venga censurata in Italia. Non siamo liberi, ne io ne tu ne i squinquerellati grillini e leghisti o chi sa che altro. Se le Istituzioni avessero veramente il potere che paventano, quantomeno farebbero causa alla Svizzera, o perchè no una bella guerra. Sarebbe la prima guerra Italo/Svizzera. Però non si può fare di questi tempi una guerra se non c’è accordo internazionale. Si opporrebbero gli USA, la Russia e forse anche Cina oltre all’EU (che si sa dove è cominciata e non come finisca). Anche perchè dopo una guerra ci sono dei vinti e dei vincitori, e nel caso dei due contendenti il risultato sarabbe disastroso per entrambi. Perchè buona parte dei guadagni illeciti italiani vengono lavorati o gestiti in Svizzera, e quindi la Svizzera ha una fonte di manovalanza a basso costo nell’intrallazzo Italiano. Mi viene in mente il caso dell’alluvione in Valtellina, quando gli svizzeri svuotarono le dighe senza avvisare (forse) e tuttii a stare zitti, a leccarsi le fertie e piangere i morti. No il massimo che possono fare le nostre Istituzioni è censurare le trasmissioni TV che non dicono tutto il falso.

  3. Volevo vedere Operazione Lombardia ma nulla, è stato censurato. Mi sono rivolta alla RTSI chiedendo spiegazioni e questo il contenuto della loro risposta:

    Gentile Signora,

    purtroppo per il momento non può vederla né sul sito RSI.ch né su altri portali. Questo per ragioni legali legate ai diritti di immagine, che il nostro Servizio Giuridico sta cercando di chiarire nell’interesse generale del pubblico. Non appena vi fossero sviluppi positivi, RSI ne darà comunicazione sui media.
    Ci dispiace di doverLa, per il momento, deludere e La salutiamo molto cordialmente

    1. Io mi pongo una domanda circa il come mai, malgrado le censure alcune immagini del resto del mondo come la crisi Libica o quella Ucraina ci giungano e poi una trasmissione di satira (?) venga vietata. Non posso fare a meno di pensare meno che la fiction abbia infastidito qualcuno che preferisce tramare nell’ombra. Tutto è possibile e pure tutto il suo opposto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...