Good bank, bad bank

CatturaCerti titoli indubbiamente fanno colore, ma quanti sanno cosa s’intende con bad bank?

Da ragazzino mi piaceva “Good time, bad time” un brano r&r dei Led Zeppelin. Quel bad time indicava un brutto momento  e, con un gioco di parole, anche un tempo da letto, come quello di questi piovosi giorni grigi . C’entra qualcosa la bad bank con il brano menzionato? Si che c’entra, s’intende banca dormiente, un posto dove far confluire tutti i crediti non esigibili in attesa che torni il sole, una banca il cui unico scopo è quello di recuperare i crediti, magari vendendoli a sua volta ad altri che consapevoli o meno se ne assumono il rischio.

Che belli che sono certi titoli, uno non ci capisce nulla, ma nel gioco della catena una parola chiama l’altra, e torna in mente un’altra bella invenzione come  la bad company dell’Alitalia con le perdite che non spariscono e vengono riciclate, spalmate su tutti noi.

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Good bank, bad bank

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    .. viviamo in un mondo dove quasi tutto e diventato bad … e quello che ancora good lo facciamo venire bad… questo mondo mi da la nausea, chi sa che futuro sarà.. Pif

  2. Silvia ha detto:

    Se se la smettessero con tutti questi termini stranieri, ma dopo corrono il rischio che la gente ci capisca qualcosa…..e non gli conviene!

  3. luciabaciocchi ha detto:

    Conosco bene queste dinamiche e la facoltà delle Banche di affibbiare titoli in perdita agli ignari clienti. Ho un rapporto diffidente con chi mi propone investimenti vantaggiosi, non mi faccio incantare da chi mi offre rendimenti più alti rispetto la media, mi dispiace che questi titoli vengono affibbiati a pensionati che non capiscono nulla in materia!
    Un saluto
    Lucia

  4. arielisolabella ha detto:

    L idea e’ positiva.ogni gruppo bancario ha in corpo titoli tossici che rischiano di indebolire ciò che di buono ce'( i cosiddetti asset di redditività’) così molti stanno pensando di scorporarli in una struttura a parte invece di nasconderli sotto il tappeto o nelle tasche di chi non li vuole più’ vedere neanche truccati da BOT.ecco il perché si guarda alla CEE per avere delle linee guida.sono anni che se ne parla ed il mercato finanziario vede questa manovra molto positivamente.vi ricordo che esiste anche un mercato per i titoli cosiddetti spazzatura…un caro saluto.

  5. Patrizia M. ha detto:

    Ormai usano solo termini stranieri, così si pensa di fare chissà quale affare o di leggere chissà quale notizia importante e alla fine ci fregano meglio!!!
    Un salutone e buona domenica.
    Pat

  6. Posso metterci anche i miei dolori, in attesa che passino?

  7. ili6 ha detto:

    la tendenza è questa, pare faccia più trend, più chic. In realtà si vogliono creare più confusioni e dubbi e sempre meno consapevolezze nella gente.
    Non sapevo che significasse bad bank, buono ora a sapersi.
    Ciao Paolo, buona notte.

  8. fausta68 ha detto:

    Purtroppo sono più deboli che si lasciano affascinare da certe promesse… i danni sono enormi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...