Deflazione da Bfp (Buoni Fruttiferi Postali)

CatturaChi non ha visto in televisione o sui giornali la pubblicità relativa ai Buoni Fruttiferi Postali alzi la mano. Da giorni mi chiedevo che motivo avessero le Poste Italiane a pubblicizzarsi, e come tanti di fronte al progetto di Renzi di chiedere alla Cassa Depositi e Prestiti di farsi garante del debito delle P.A. (pubbliche amministrazioni), ho pensato che ci fosse una correlazione, può darsi, anche se farsi garante non vuol dire accollarsi un debito, fatto sta che ho tranquillizzato anche mia moglie sui risparmi. Con le Poste Italiane non corrono rischi.

Sino a stamattina, momento in cui ho conosciuto da vicino l’avviso che ho incollato sopra e il cui originale si trova cliccando qui.

Ebbene in soldoni significa che dal dicembre 2011 se si risparmiano 1.000 € e questi vengono messi da parte utilizzando i Buoni Fruttiferi Postali, quei soldi vengono assoggettati ad un’imposta di bollo che dal 2013 è fissata allo 0,15%, ovvero un euro e mezzo per il semplice fatto che alla mattonella si sia preferito far gestire il proprio risparmio alle Poste Italiane. L’imposta di bollo non grava sugli interessi perché assenti, ma sulla somma depositata, si. Vai a far capire a mia nonna che deve utilizzare la concorrenza fiscale della Svizzera. Come fa mia nonna ad andare in Svizzera? 

Scherzi a parte questa è pura deflazione imposta dallo Stato che in assenza di consumo da una multa. pardon volevo dire impone il bollo, al risparmio. CatturaPS: è anche vero che poi le Poste Italiane per non fare brutta figura rimborsano l’imposta con una campagna promozionale. 

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

7 thoughts on “Deflazione da Bfp (Buoni Fruttiferi Postali)”

  1. quindi anche le Poste Italiane… ecapirai se non tassavano pure queste!
    che rimane di non tassato? il materasso, forse, ma anche quello ormai respira la stessa aria…

  2. Sapessi quanto sono incazzato!
    M’hai tolto le parole di bocca! I soldi o li spendi e paghi l’iva più eventuali altre tasse sugli oggetti acquistati (imu, tasi, bollo auto, ecc), oppure se li viene a prendere lo stesso: ficca le mani nei nostri risparmi GIA’ TASSATI (perchè io li ho guadagnati col lavoro onesto, mica mi sono piovuti dal cielo) e se li prende!

    Ma parliamo anche delle tasse sulle rendite finanziarie: il rischio dell’investimento è mio, se va bene lo stato si prende una fetta che mi impedisce di difendere i miei risparmi dall’inflazione, ma se ho una minusvalenza lo stato mica ce li mette!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...