La Lotta

L’amico Diego ha raccolto una testimonianza del passato partecipandola al popolo del web, una storia semplice che si legge d’un fiato e lascia attimi di riflessione lunghi come un respiro dopo un’apnea.

 

appunti, semplicemente appunti

frontewebweb

Realizzerò una privata versione cartacea, ma per chi s’attarda in queste mie irrilevanti pagine sul web, è disponibile, ovviamente gratis, scaricabile da qui.

View original post

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

12 thoughts on “La Lotta”

    1. Si legge in fretta Marirò, questi ragali che ci facciamo sul web sono una cosa molto bella, da condividere, il grazie è spopratutto a Diego, io l’ho solo rebloggato😉

  1. Ciao, Paolone,
    bella idea. Leggerò attentamente la storia. Raccontare, secondo me, oggi, vuol dire tenere in vita la lotta.
    Poi, verrà il domani in cui ci saranno anche quelli che la lotta la faranno materialmente.
    E potrebbe non essere un momento così lontano come può sembrare: il mondo intorno a noi sta cambiando a velocità incredibile, e i semi dalla lotta si stanno disseminando dappertutto.
    L’impressione che sento addosso con molta forza è che l’instabilità degli equilibri sia molto precaria, ogni giorno di più, ogni giorno le crepe nel muro, diciamo così, le falle nella diga, se vuoi, aumentano, si allargano…
    Non sembra così anche a te?

    Un abbraccio a tutti voi,
    Piero

    1. E’ una diga di gomma, che si ricompone perchè assimila la gommosità dell’uomo che passa sul pianeta, lascia traccia di se e non si rende conto di quanto sia importante vivere ed aver vissuto tutte le piccole storie di ogni giorno, fatte di incontri di scontri ed accidenti vari. Quella Lotta raccontata da Diego era solidarietà, quella che sta evaporando per lasciar posto agli egoismi nazionalistici. Ci hai fatto caso che alla vigilia delle elezioni europee i più quotati sono i nazionalisti (e localisti) antieuropei?

      1. Questo é vero oggi. É vero soprattutto in Italia e in Occidente. Già non é altrettanto vero, oggi, in molti posti del pianeta. Posti dove ormai gira il mondo, nel senso che lì c’è lavoro, lì c’è futuro e speranze.
        So bene che la lotta di cui parla il libro é un’altra cosa, altri valori, altri tempi. Perciò dico che raccontarla é già una firma di lotta o per essere più preciso é una forma di dissidenza. Poi, domani….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...