Ci sono sentieri che portano lontano stando bassi.

Ci sono sentieri che non portano in alto ma tra le loro pieghe hanno del bello.  Sono quelli che d’estate vengono scartati perché brevi o troppo vicini. D’inverno è tutta un’altra storia. L’inverno può essere utile per rimettersi in forma tra sassi e rocce che luccicano in un’improvvisa giornata di sole. Uno di questi sentieri si snoda intorno e sopra il monte Magnodeno, una crestina appena sotto il Resegone che troneggia con le sue guglie sullo sfondo,  1360 mt appena appena impervi ma giusti per tornare a casa ristorati.

 

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in fotografia, vivere la natura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Ci sono sentieri che portano lontano stando bassi.

  1. Patrizia M. ha detto:

    Che meraviglia, aria pura, natura e a mio parere, un gran senso di libertà.
    Belle le foto, fanno sognare 🙂
    Ciao, Pat

    • popof1955 ha detto:

      Non diciamolo in giro, ma Milano dista meno di 30 km da questo posto, se i milanesi lo sapessero sai quanti rifiuti … Per di più il comune sotto cui cade la giurisdizione si chiama Erve (LC) ed è nella lista di quelli da eliminare … se avessi messo una cartina della zona avrei reso meglio il concetto, in pratica è uno degli ingressi alle Orobie, e il colore ambrato fa capire il perché del nome di queste prealpi.

  2. Rebecca Antolini ha detto:

    Spettacolare. io adoro posti come questi sembra un rufuggio dalla realtà quotidiana.. ma subito il risveglio leggendo questa targetta “PER CORTESIA PORTARE A VALLE I RIFIUTI” qui si capisce che l’uomo incapace vivere in armonia con la natura… caro Paolo un abbraccio Pif

    • popof1955 ha detto:

      Li con il camper non ci arrivi ;), la strada d’ingresso alla città di Erve (ultimo avamposto rotabile) è scavata in un orrido con le rocce che fanno cappella sulla stretta carreggiata. Quel cartello così ben mantenuto l’ho fotografato apposta, perchè certi posti hanno il diritto di essere mantenuti come li si trova. Grazie Pif sei sempre gentile 🙂

      • Rebecca Antolini ha detto:

        il camper lascio fuori abbiamo due gambe per camminare 😀

        il commento per il carello che ci fa solo capire che noi siamo incapace vivere in armonia con questo pianeta 😉

  3. gabriarte ha detto:

    è vero a volte non serve camminare tanto per scoprire luoghi incantevoli come quelli che ci posti bellissime immagini ciao buona giornata

    • popof1955 ha detto:

      E’ vero e scommetto che sono più le volte che io son stato sui sentieri delle alte coste liguri che non te, allo stesso modo come io dopo anni di permanenza ancora non sono stato a visitare l’accademia di Brera a Milano o la Carrara a Bergamo: avere le cose a portata di mano fa rinviare sempre l’incontro.

  4. La il@ ha detto:

    Scoprire la bellezza e ricchezza dei luoghi più vicini e a portata di mano, delle cose che abbiamo sotto gli occhi e che non guardiamo, vedere che basta cambiare la prospettiva e la predisposizione d’animo perchè tutto ci appaia diverso e più bello. Verissimo 😉

    • popof1955 ha detto:

      Grazie Il@ per la visita ed il follow, poco fa son passato dal tuo blog (uno dei tuoi blog) molto …. (scegli tu l’aggettivo) volevo mettere a mia volta il follow, nel frattempo è diventato un blog chiuso: occorre selezionare le emozioni da condividere con la l’ampia platea del web. I blog senza dubbio fanno aumentare l’autostima, riconoscersi nei post però è essenziale. Ciao e grazie ancora per gli apprezzamenti 🙂

      • La il@ ha detto:

        Ho cambaito le impostazioni al mio primo blog nel tentativo di rendere visibile il secondo, che non capisco come collegare all’account.. insomma, in pratica mi sono incartata su e ancora non ho capito come sistemarli, tutto qui 😉 Cosa intendi quando dici “I blog senza dubbio fanno aumentare l’autostima, riconoscersi nei post però è essenziale”?

      • popof1955 ha detto:

        Infatti nel gravatar è riportato il link al nuovo sito, tutto puoi comunque aggiungere anche l’altro.
        Per quanto riguarda l’autostima, per spiegare in sintesi bisogna fare un passo indietro: al momento dell’apertura del blog e sul perché si da vita ad un blog. Ad esempio io mi son trovato il blog che non sapevo fosse un blog, quando l’ho capito ci ho preso gusto, condividere è bello, poi è diventato anche uno sfogo nel confronto con la vita di tutti i giorni scoprendo che non è una cosa individuale, che verbalizzare pensieri scavandoci nel profondo non è un esercizio che fa male e il confronto con gli altri è una positività che aiuta a stringare il pensiero.

  5. fausta68 ha detto:

    Che meraviglia di foto! Ho sognato di fare una bella scarpinata per questi sentieri…..

    • popof1955 ha detto:

      Nelle foto si cercano le inquadrature, si cerca di far convivere i colori, le luci e le ombre, un poco come nei dipinti i pittori: lo si fa per gli altri, per offrire la condivisione di un attimo di tempo che ha destato un’emozione, la fotografia ha dalla sua parte l’immediatezza e quando riesce a trasmettere qualcosa è una soddisfazione. Grazie Fausta 🙂

  6. pierperrone ha detto:

    Bellissime foto, Paolo; piene di libertà, di spazio, di luce, di acqua…
    Un abbraccione, yeti da bassa quota!
    Piero

    • popof1955 ha detto:

      Acqua. Sapessi quanta ne scende da quei massi. Sembra quasi che ci sia una mano che spreme le rocce e i mille rivoli si riversano nel Lario. Pensa ad un particolare: nel versante lecchese le acque sono minerali (ricche di carbonato di sodio), nel versante bergamasco diventano oligominerali (povere di sodio), le Orobie sono un confine naturale tra le due provincie (Lecco e Bergamo), l’acqua di un versante è diversa da quello opposto.

      • pierperrone ha detto:

        sei … una miniera di informazioni. un sorgente di verità. A parte gli scherzi vedo che ami moltissimo la natura e quelle zone. In qualche modo le fai amare anche a me.
        Un abbraccio.
        Piero

      • popof1955 ha detto:

        eh si una miniera lo sono le etichette delle confezioni di acqua minerale e i consigli del medico che fanno fare 1+1 😉

  7. ili6 ha detto:

    Condivido. Scoprire la piacevolezza di un luogo prima evitato perchè ritenuto privo di interesse e ricavarne benessere è bellissimo. Spesso non sono le grandi (e alte e difficili) mete, ma quelle più dolci e più a noi congeniali a darci inaspettate emozioni.
    belle foto, specie l’ultima.

    • popof1955 ha detto:

      Eh no, non lo evitavo per la dolcezza, lo evitavo per la bassa quota, d’inverno aumenta il rischio di tratti ghiacciati ed anche se quella domenica c’erano più di 12° la scelta di una quota bassa è stata per evitare rischi a chi era con me (cerco di non avventurarmi più da solo), però sai rivedere il Resegone da vicino mi ha risvegliato il desiderio. E’ stato come dire un riavvicinamento attraverso il ripasso dei sentieri del fratello minore (il Magnodeno) che seppur più basso è decorato con catene e funi che agevolano alcuni passaggi.
      Grazie per l’apprezzamento Marirò, e se vuoi saperlo l’ultima foto l’ho messa pensando a te che so che ami tanto le cascate 😉

  8. mariella1953 ha detto:

    Bellissime queste foto!
    Non sembra inverno….
    Ciao e buona serata

    • popof1955 ha detto:

      Difatti i due post recenti sono frutto di due domeniche soleggiate, solo gli alberi segnalano che è inverno, se le temperature non si abbassano c’è il rischio di germinazioni e successivi congelamenti.

  9. ti confesso che non sono un’amante della montagna ma quando vedo foto così penso che mi sto perdendo qualcosa…

    • popof1955 ha detto:

      Andare per sentieri è una delle cose che mi piace più fare, amo raggiungere certi angoli di mondo dove impera il suono del silenzio che compensa già da solo la fatica di arrivarci. Ti stai perdendo qualcosa? Forse si, ma non è mai troppo tardi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...