La parata del 25 aprile

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ho voluto trascorrere la giornata odierna in città per seguire con la fotocamera il corteo, o manifestazione, o commemorazione, della festa della Liberazione.

Nella mia città (sempre ché mi diano la cittadinanza, pardon residenza) a guida leghista, il dubbio sulla reale portata dell’evento è ampio, la bilancia pende verso una commemorazione di facciata. Durante la sfilata il passo era cadenzato dai ritmi militari in 6/8, poi c’è stato il gran finale con gli alzabandiera di tre bandiere: la nostra, quella USA e quella UK con relativi inni e concertino bandistico (quattro bande musicali efferenti ad altrettanti corpi militari) in cui spiccava il bel “volare oh oh” di Domenico Modugno, musica buona per i sognatori ma anche per gli aviatori ed i paracadutisti. Non so se la Giunta ha pesato sulla scaletta ma visto che stupido non sono, credo di si (nella scaletta c’era anche “o suddato innammurato”), a seguire forse i discorsi delle autorità e la Messa, dico forse visto che ho disertato il finale per andare a caccia di immagini più valide.

Il 25 aprile per le Istituzioni è una data importante, ma c’è modo e modo per spendere i soldi pubblici. Con la Festa della Liberazione, purtroppo, si sancì una sorta di “vulemose bene” per non trascinarsi in una sanguinosa guerra civile. Si consenti ai fascisti di cambiare casacca, bandiera e faccia (per il cuore bisognava aspettare Barnard), per amor di vivere. Che dopo 70 anni ci sia chi si fa stipendiare dallo Stato addobbandosi con una fascia tricolore come fosse un albero di Natale, per costruire la sua personale barricata, m’infastidisce non poco. Perchè nella vita bisogna scegliere, o sei amico dei fascisti o sei servo della Costituzione, entrambe le cose non vanno bene, per quanto si possa “Volare” i piedi per terra bisogna metterli. L’atterraggio è sempre più rischioso del volo.

Domani manifestazione dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Amministrazione Comunale assente e manifesti strappati.

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

6 thoughts on “La parata del 25 aprile”

  1. Un buon reportage. Apprezzabile la mancanza di retorica, nella quale è facile scadere dato l’argomento. Se posso permettermi, personalmente ritengo sia preferibile postare foto in modalità gallery, dove le foto possono essere meglio apprezzate in quanto più grandi, anziché nella modalità slideshow dove hanno dimensioni troppo ridotte.

    1. Grazie Mauro per la visita e il commento. Riguardo la scelta delle foto ho preferito le slide in quanto non le ho volutamente considerate fondamentali e difatti non gli ho dedicato molte attenzioni anche nell’esecuzione.

  2. Ieri, nella mia città natale, la maggior parte dei cittadini ha preferito “lavorare”! Non hanno festeggiato. Tutti i negozi aperti e di qualsiasi genere.
    Alla gente vera, importa poco questa celebrazione, pensa a guadagnare. E non lavorare sarebbe stato un giorno sprecato. La cosa mi è piaciuta!

    Ciao Paolo

    1. Anch’io ho ricordi del 25 aprile lavorativi in Sicilia, mi riferisco a ricordi di quarantanni fa in cui il 25 aprile veniva festeggiato in luoghi chiusi come l’area della fiera campionaria, come se la città non dovesse vivere appieno la festa della Liberazione, in fondo la guerra di Liberazione è stata vissuta più dalla Campania alle Alpi che non in Calabria o in Sicilia, come ricordo il primo 25 aprile in piazza a Milano nel 1975 in cui c’era Sandro Pertini.

  3. Come manifestazione mi sembra abbastanza in grande….
    Qui da me giusto la banda con il sindaco in testa e la corona al monumento dei caduti.
    Hai cambiato città immagino,ricordo che in un post precedente parlavi di impacchettare …ti trovi bene? Io ho sempre abitato qui e non mi ci vedo in un altro posto ma forse è solo questione di abitudine..
    Buona domenica☕️☕️☕️☕️

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...