Monte Resegone

A questo monte sono particolarmente affezionato, lo si vede dai post dedicati e chissà sarà anche dovuto al fatto che nelle giornate limpide lo vedevo dalle finestre di casa, o anche perchè è ben visibile da tutte le montagne della Valtaleggio che frequento spesso. Ma domenica scorsa avevo voglia di montagna e avevo deciso di andare da solo, in questi casi è meglio non avventurarsi per sentieri sconosciuti.

Tra i tanti sentieri ho scelto quello principale, il n. 1 con partenza dal piazzale della funivia che porta ad Erna. A dirla tutta l’idea iniziale era di usare la funivia sino ad Erna e poi accontentarmi di percorrere a piedi il tratto finale, con un dislivello di circa 600 mt, ma giunto sul piazzale della funivia ho deciso di fare a piedi tutto il percorso partendo dai 580 mt iniziali per arrivare alla cima con una salita di 1300 mt e stimando un tempo sufficiente a salire, pranzare e scendere prima di sera.

Ogni salita in montagna si porta appresso i pensieri del giorno, in questa salita invece han prevalso i ricordi, a cominciare dal piccolo gruppo di case che s’incontrano poco prima del rifugio Stoppani.  Trenta e  passa anni fa avrei voluto comprare o affittare una di quelle case, sarebbe stata un buon punto d’appoggio per le escursioni, restò solo un desiderio erano tutte saldamente occupate, oggi ben due hanno esposto il cartello “vendesi” ma io ho accantonato il cartello “compro”. Altri ricordi invece sono legati agli amici che mi fecero scoprire quelle montagne che da dove abitavo distavano solo 35 km, la prima volta con l’approccio alla ferrata (1978), poi il Piano dei Buoi, e ancora il passo Fo, e altre volte il Resegone da vie diverse di cui una resta impressa in mente ancora con la salita e discesa da uno dei tanti canaloni che costringono a piccole arrampicate. Ma domenica come ho detto ero solo, il sentiero n. 1 è forse quello più frequentato ed il buon senso me lo ha fatto preferire, anche perchè pur non presentando tratti in arrampicata ha molti punti esposti in costa e alcuni passaggi un po impegnativi da superare. In ogni caso una salita premiante, la bella giornata consentiva una vista ampia, con in primo piano il ramo di Lecco del Lago di como, il lago di Garlate, il Lago di Annone e di Pusiano  sino al lontano Monte Rosa e alla cortina alpina e prealpina circostante. Le foto scattate lungo tutta l’ascesa ne sono una bella testimonianza.

Cliccando sul collage ci visiona la cartella OneDrive
Cliccando sul collage ci visiona la cartella OneDrive

Autore: popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

17 thoughts on “Monte Resegone”

  1. Che meraviglia!! Foto splendide e sorriso proprio soddisfatto quando sei vicino alla croce di ferro!!!!
    Non vorrei dire una stupidata ma mi pare che,nelle giornate proprio terse,il Resegone si veda pure dalla Valsesia…o così mi pare di aver sentito dire
    Buon fine settimana qui ė di nuovo estate!

    1. Si me lo avevi già detto, ma io ho il dubbio che si tratti di qualche altro monte, in fondo è alto appena 1870 mt e tra Valsesia e il Resegone ci sono le montagne che sovrastano Como. Però se parli del comune Valsesia allora si, guardando la cartina sarebbe visibile.
      Anche qui oggi giornata estiva ed io non so come sto resistendo dall’andare a fare quattro passi🙂

    1. La serenità senza dubbio è un elemento essenziale. Quando si è al cospetto di qualcosa di imprevedibile come sassi e spuntoni di roccia su cui puntare mani e piedi non ti chiedi se puoi farcela perchè lo stai già facendo, solo dopo ci si pensa e si dice “l’ho fatto”. Domenica mi è successo proprio questo più di una volta, tanto che ad un certo punto non ho più usato la macchina fotografica perchè interagivo con la montagna, qualcosa che da veramente tanta gioia. Lo scoprire di riuscire a salire premia con la serenità, e per un poco sei solo tu, il poco terreno sotto i piedi e intorno quello che l’occhio può vedere in lontananza, a quel punto ogni pensiero si annulla.

      1. E’ quello che si dice farsi parte integrante della natura.
        Capita anche nelle altre cose in cui ci si impegna in maniera totale, dove mente, corpo e ambiente circostante si fanno una cosa sola.
        E’ il massimo, no?
        Piero

  2. Foto bellissime, sorriso compreso🙂
    Sicuramente una grande conquista di serenità, di forza, di stupori, ma cerca di non andare da solo: prudenza e attenzioni sono sempre richiesti dalla montagna.

    1. In genere non vado da solo, e comunque sono percorsi molto frequentati come vedi anche dalle foto. Piuttosto il lato negativo diventa quello di non avere un riferimento per il ritmo da tenere. Inoltre per il ritorno ho seguito un percorso diverso, molto più lungo ma di sicuro più tranquillo😉

  3. Paolo complimenti per le bellissime foto! Hai dato un volto a quello che per molti italiani (come me) è solo un nome nella prima pagina di quel romanzo letto ai tempi della scuola…

    1. Ricordo che la prima volta che giunsi al rifugio fu una gran bella emozione proprio sulla scia dei ricordi scolastici. Ben ricordo anche la prima esperienza con corde fisse e scalette sulla ferrata che non ho più percorso ma che con la compagnia adeguata affronterei ancora..

      1. Amico mio ma non è che ci incontriamo su questi sentieri io abito poco distante dalla funivia dei piani d’erna questi sentieri li conosco a memoria ,campo dei buoi capanna Stoppani poi su su fino al Resegone ,magari su in cima chissà ti riconoscero’ .un saluto

      1. Non ti ho eliminata, è un automatismo di word press, visto che i siti che seguo sono più di 20 fa vedere solo gli ultimi. Tra l’altro sul tuo ultimo blog non vedo il follow e ci vengo digitando “accatoalcamino”🙂
        o attraverso il gravatar

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...