Montalbano Elicona

Non ricordavo quasi più l’esistenza di Montalbano Elicocona. Il primo approccio con la cittadina è stato il pane, un pane scuro e profumato che ogni tanto portava a casa uno zio viaggiatore. Un pane speciale, prodotto con grano duro e cotto con legna che ne esaltava il sapore. La sua cura rimane quasi intatta ancora oggi, affidata alle mani sapienti di fornai che esportano il prodotto nel circondario. Oltre il pane non avevo altri ricordi, ma un’indicazione stradale durante l’ultima vacanza in Sicilia ha attirato la mia attenzione, così un pomeriggio ho imboccato la strada che si inoltra dal mare di Falcone verso i Monti Nebrodi. Una strada a volte dissestata, al limite della sicurezza con il selciato deformato da smottamenti. Poi in lontanaza ecco il borgo avvolto nella nebbia bianca di una nuvola, come a volersi nascondere alla vista.  L’origine del suo nome forse è proprio in questo biancore, mentre Elicona potrebbe derivare dalle toruose anse di un torrente a valle. Nei suoi vicoli stretti le case sembra sussurrino appoggiale le une alle altre, facendo da cornice al castello che sovrasta il borgo.

(Cliccando sul collage di immagini si accede all'album)

(Cliccando sul collage di immagini si accede all’album)

 

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente Umano. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Montalbano Elicona

  1. Alidada ha detto:

    accipicchia che bel report fotografico! Non conosco quei posti e sarei curiosa di visitarli. Grazie di averci documentato tante informazioni di quel sito. Buonanotte Paolo

    • popof1955 ha detto:

      Sono angoli nascosti a cui manca la scossa dell’industria turistica. D’altronde un turista che arriva in un posto e ci sta una quindicina di giorni è portato a vedere i luoghi più conosciuti, le località minori vengono tagliate fuori. Anch’io che di tempo ne avevo ci sono arrivato quasi per caso ed in un’orario in cui il Castello era chiuso.

  2. ili6 ha detto:

    Sai che non sono mai stata a Montalbano Elicona? Vale davvero una visita, guardando le tue foto. Hai catturato angoli molto suggestivi con occhio attento e i fiori non potevano mancare, segno della tua gentilezza.
    Avrei voluto commentare su alcune. Hai cambiato server per la raccolta foto? mi chiede l’account google e non più quello msn.
    Bentornato in questo spazio. 🙂

    • popof1955 ha detto:

      Ciao Marirò, si era un bel po’ che mancavo, come sai ero in giro dalle tue parti. Se riesci a dedicare una giornata a Montalbano ne esci di sicuro soddisfatta. Ha tanta storia dietro e non ultima quella di essere stato eletto Borgo dei Borghi nel 2015. Si i fiori non potevano mancare, quelli che qui al nord acquistiamo in vasetti striminziti li vengono su a cespugli, anche troppo in alcune occasioni come sull’austrada ME-PA dove imperversa oleandro selvaggio, quello che invade le corsie e copre i cartelli, a a Montalbano i fiori stavano proprio bene, specie in una fresca giornata estiva che sapeva d’autunno.

  3. Marco ha detto:

    Complimenti! Bellissime foto! Quante cose si imparano grazie ai Blog! un paese di cui ignoravo l’esistenza!

  4. mariella1953 ha detto:

    Molto bello questo paese ,le tue foto lo fanno apprezzare! Questo catalano avrà fatto qualcosa di importante per aver addirittura una via dedicata!
    Buon fine vacanze e buon ritorno 😀😀😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...