Lo specchio e la pozzanghera (di Rosanna Cenni)

Saranno state le vanterie dei 5* a proposito di 400 buche riparate a Roma in sette mesi di nuovo corso, mi son tornate in mente delle foto fatte tempo addietro a delle pozzanghere romane. Volevo mettere un titolo in romanesco, ma come si dice pozzanghera  in dialetto? Mi sono affidato a google che mi ha restituito una simpatica e al tempo stesso amara poesia di Rosanna Cenni, che non so chi sia e se passa di qua le consiglio di aprire un blog che non sfigurerebbe,  ma è li su facebook e dice cose importanti nella sua semplicità. Spero non ne abbia a male se l’ho presa in prestito per rendere più riflessivi questi scatti in cui si specchiano indifferentemente uomini d’oggi e costruzioni antiche, giusto in tempo prima che la pozzanghera s’asciughi.

     (cliccare sull’immagine per ingrandirla)

Lo specchio e la pozzanghera

N mezzo a na strada vicino a n cassonetto,
ce sta no specchio, luccica cor sole
Se guarda se riguarda poveretto
Nu riconosce più er suo splendore
ma li passanti su quer marciapiede
butteno l’occhio pe fa riflette er corpo
nessuno ce se ferma pe vergogna
perché oramai lo specchio è tutto rotto.
Ai piedi sui se trova ‘na pozzanghera
che ner vede’ la scena se commove
e come pe tiraje su er morale
Je dice: nun esse’ triste, daje, nun se more!, capita pure de diventa’ vecchi
ma ar tempo tuo sei stato un gran signore,
Guardeme a me
rifletto tutto quanto, monumenti, omini donne e regazzini,
me faccio er mazzo
e tu nun sai quanto
pe poi sparí
quanno ch’esce er sole!

(Rosanna Cenni)

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente Umano, fotografia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Lo specchio e la pozzanghera (di Rosanna Cenni)

  1. Belle immagini a corredare una stupenda poesia (anche se non sono romana l’ho compresa benissimo 😉 )

  2. Ottima scelta, Popof! Trilussianamente… Serena notte!

  3. pierperrone ha detto:

    Caro Paolone, le tue foto rendono in meglio il decadimento di questa città.
    Le buche, a Roma, ormai, sono il simbolo dell’abbandono.
    E forse anche della stupidità personale del nuovo sindaco.
    L’accento sulle 400 buche riparate in sette mesi ha qualcosa di ridicolo, più che di comico, come il complotto dei frigoriferi, se ricordi.
    Meno male che l’ironia sommerge tutto.
    Qui, per le buche, ci ha pensato Gigi Proietti.
    Cito: … Le buche, per esempio, sono tante. Io suggerivo di metterci pure una targhetta con la data accanto, perché ci puoi fare la storia di Roma attraverso le buche“
    Un abbraccio
    Piero

    • popof1955 ha detto:

      Comunque in quanto a buche siamo messi bene dappertutto, forse è per questo che i 5* hanno successo, passeranno alla storia come asfaltatori? D’altronde la gente che non ha di meglio da ricordare rammenta che durante il fascismo i treni viaggiavano in orario 😉

  4. lastufaeconomica ha detto:

    Bellissimo questo tuo ultimo commento e come è vero che la gente ricorda quello che fa comodo. Le pozzanghere? Certo sotto c’è una buca, ma come sono belle quando riflettono il cielo, le nuvole o i monumenti, ma io penso che più che sulle strade di tutta Italia ce ne siano dentro agli uomini, pozzanghere di fango che coprono dei vuoti interiori. Ciao Popof buona settimana.

    • popof1955 ha detto:

      La tua è una bella riflessione, quei buchi che ci portiamo dentro riflettono il nostro essere come le pozzanghere, un poco di sole le asciuga, ma se le si alimenta e smuove s’intorpidiscono.
      Buona settimana anche a te, ciao 🙂

  5. Marco ha detto:

    Tutto il mondo è paese… avrei voluto farci un post poi non ne ho avuto il tempo… questo è quello che è successo lo scorso Dicembre in Piazza Pitti a Firenze… http://www.ansa.it/toscana/notizie/2016/12/02/firenze-buon-compleanno-transenna_8c9a487d-7843-43c5-9d01-c5139971f8ba.html

    • popof1955 ha detto:

      Sai mi hai dato un’idea, qui da me c’è una curva provvisoria con i parracari di olastica, visto che qui ci abito giusto da due anni, che dici ci metto il cartello per i festeggiamenti?

      • Marco ha detto:

        Se inviti qualche amico e porti anche due bignè e uno spumantino, poi postate l’evento su facebook… magari finite sui giornali e vi riparano anche la curva…

      • popof1955 ha detto:

        Avrei dovuto farlo lo scorso anno che c’era la giunta leghista, ma magari propongo di festeggiarla come una delle erdità incompiute della passata amministrazione 🙂

  6. ili6 ha detto:

    Quanto mi piace il dialetto romano! Le buche no. Mi sa che le conosciamo tutti molto bene. Qualcuno c’ha fatto anche la fortuna, cadendoci dentro con rottura di caviglia, denuncia all’amministrazione e soldoni in tasca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...