Come bruciare i soldi e ipotecare il futuro.

soldi-bruciatiImmaginiamo che qualcuno di noi conservi in casa 12.000 €, frutto di risparmi mensili, con il fine di acquistare qualcosa, tipo un’automobile, e ad un certo punto prenda 100 € di quei risparmi e li bruci o li butti nella spazzatura, di sicuro non commette un reato, ma rischia di farsi interdire per insania mentale e, vuoi per non rischiare l’intervento di un giudice, vuoi per altri ovvi motivi, quasi nessuno si sognerebbe mai di tenere in casa tanta carta moneta. Allora cosa si fa? Li si tiene sul conto corrente, a bruciarli ci pensa lo Stato, almeno non si corre il rischio di essere tacciati di pazzia. Dico questo in quanto oltre al bollo di  € 34,20 che grava sui conti correnti bancari e postali, su una giacenza media di 5.000,00 € si paga un’ulteriore imposta di € 34,20 (introdotta con il famoso decreto Salva Italia (come ricordavo anni fa su questo post)), che aumenta sino ad un massimo di € 1.200,00 all’aumentare dei depositi.

Si badi bene non sto parlando dell’imposta sugli interessi maturati sul risparmio che è una cosa a parte, ma proprio sui soldi risparmiati. Un qualcosa che trovo non un bieco espediente per fare cassa, ma un vero e proprio bruciare banconote, quindi come minimo il legislatore andrebbe interdetto, ma questo non è possibile perchè il legislatore lo elegge il Popolo Sovrano ed interdire il popolo è quantomeno incostituzionale.

Da quasi un secolo si celebra la Giornata del risparmio e lo è stata anche lo scorso 27 ottobre. Ho letto la relazione del Governatore Ignazio Visco (cliccare qui per accedervi) e tutto il discorso sembra sottendere ad una strenua difesa del sistema bancario al fine di tutelare il risparmio gestito dagli Istituti di Credito. Cosa c’è dietro? Leggerezza? Incapacità? Furbizia? Sfruttamento della credulità? Intanto, mentre i dubbi si affollano, il risparmio (quello piccolo perlomeno) continua ad essere limato e quando finalmente vai ad acquistare la macchina ti senti proporre un finanziamento dell’importo totale a tasso zero. Nel dubbio di aver sbagliato epoca e pianeta mi domando se è questa la spinta effettiva per la tanto agognata crescita: bruciare denaro ed ipotecare il futuro.

PS: quando ho finito di scrivere questo post ho appreso dell’esistenza di un sito, a cui collaborano le principali associazioni a difesa dei consumatori, che fornisce consigli utiti su come gestire al meglio il proprio denaro, il link è questo: http://www.curaituoisoldi.it/

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica, pensieri spaiati, piccole storie di guerra e di pace e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Come bruciare i soldi e ipotecare il futuro.

  1. Mauro Poggi ha detto:

    È meno male che esiste una specifica previsione costituzionale che tutela il risparmio (art 47) ….

  2. Aida ha detto:

    Più che tutela del risparmio mi sembra un modo subdolo per incentivare ai consumi. Se conservo i miei soldi all’interno di un conto corrente, pagando un boto di tsse, preferisco spenderli o investirli in altro modo. Magari infesserie (tipo roba d’abbigliamento che alla fin fine servono a poco) oppure a tssse, fatto sta che tentano di emttere in circolazione ild enaro risparmiato. Se non fosse che in realtà una persona risparmia per svariati motivi, fra cui quello di avere contante per le spese impreviste, o per lo meno per evitare l’apertura di finanziamenti che poi raddoppierebbero la cifra necessaria. Insomma. Quello che a me pare è che vogliano gestire in nstri soldi, imponendoci in un modo o nell’altro a spenderli

  3. Alidada ha detto:

    grazie del suggerimento, il sito me lo sono segnato e domani andrò a leggere. Per il resto che dire? … è una ladrata continua 😦

  4. Rebecca Antolini ha detto:

    Sinceramente siamo risparmiatori … ma i nostri soldi rimangono ad un posto sicuro.. certamente non nelle mani delle banche e nascosto dallo stato.. .. paghiamo grande acquisti in contanti per non farci quadrare nelle carte (se è possibile ovviamente) buona giornata caro Paolo

    • popof1955 ha detto:

      Io non amo molto il contante preferisco i pagamenti elettronici, chiaramente c’è necessità di un conto corrente, e negli anni il suo costo è andato aumentando, mentre in passato c’era anche una renumerazione di quanto restava in banca questa remunerazione si è via via affievolita sino a diventare un costo. Garantire il risparmio da parte dello Stato sarebbe anche una necessità (oltre che un obbligo), tassando chi risprmia si stimolano forse i consumi ma non la trasparenza.

      • Rebecca Antolini ha detto:

        le spese normale lo paghiamo elettronico anche le bollette 😀 … le banche mangiano tanti soldi per il conto bancario ecc … io personalmente non vorrei un conto corrente per il semplice fatto che il governo poi controllare i nostri beni e aumentare le benedette tasse .. per questo risparmiamo a parte per evitare brutte sorprese..

  5. ili6 ha detto:

    Fa una rabbia incredibile!

    • popof1955 ha detto:

      Ormai il risparmio è visto come sottrazione di liquidità al sistema paese, non dimentichiamo che le banche sono istituti di credito e i depositi dei clienti per loro sono un debito.

  6. Marco ha detto:

    Ciao Paolo,
    ti segnalo il sito di Beppe Scienza, professore d matematica dell’Università di Torino che da decenni scrive su Tutela del risparmio e Investimenti. Scrive in modo molto semplice e da anni smaschera le truffe finanziarie… (ha un blog anche sul Fatto quotidiano).
    http://www.beppescienza.eu/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...