Tra cigolii e cinguettii.

Sino ad un paio di mesi fa avevo il grande desiderio di percorrere tutto il tratto del parco dell’Adda Nord che va da Vaprio d’Adda a Lecco.

DSC_0002

La Centrale di Trezzo s.A.

Finalmente l’occasione di soddisfare il desiderio si è presentata, l’escursione che sognavo di fare da una vita mi veniva proposta dal gruppo Senior del Cai di Vaprio. Una gita in bicicletta costeggiando il fiume, una sgroppata di 44,8 km da farsi 2 volte perché a casa bisogna pur tornarci, su strade sterrate (finalmente tutte percorribili), in un ambiente “all’apparenza” integro. Uso il virgolettato perché la voglia di fare una cosa e la curiosità che mi muove non mi esimono dal domandarmi in cosa consista effettivamente l’integrità ambientale. In pochi chilometri si costeggiano almeno quattro centrali idroelettriche (ma so che ho perso il conto), tutte in stile eclettico lombardo, oltre le ripe, a poche migliaia di metri dal letto del fiume, si celano impianti industriali e via discorrendo. La macchina fotografica inquadra solo quel che mi piace, per fortuna non ho le ali e il mio sguardo non si spinge oltre gli alberi. Però quello delle centrali è proprio un bel vedere, draghi e mattoni su colonne doriche alla fin fine sono piacevoli da vedere.

 

(Cliccando sulle immagini si ingrandiscono in slide)

Comunque il percorso non è tutto centrali idroelettriche, c’è lo spettacolo del fiume, dei luoghi abitati che attraversa, dei laghi generati dalle dighe, degli ex ponti ferroviari riutilizzati per il cicloturismo.

 

(Cliccando sulle immagini si ingrandiscono in slide)

L’arrivo a Lecco naturalmente non è solo un punto d’arrivo,  malgrado i km macinati non si può rinunciare a salire il matitone che sovrasta la città. I suoi 98 metri sono una passeggiata tra fresche pareti, non si può essere ancora soddisfatti se non si rimira il panorama dall’alto.

 

(Cliccando sulle immagini si ingrandiscono in slide)

 

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente Umano, fotografia, viaggi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Tra cigolii e cinguettii.

  1. confesso di aver rubato qualche immagine…

    • popof1955 ha detto:

      Puoi ben dirlo. In questi anni i vari tratti li ho girati quasi tutti ma desideravo proprio percorrere tutto il tragitto, oltretutto il parco è anche Ecomuseo Leonardo da Vinci, in quanto in questi luoghi dimorò e progettò diverse opere idrauliche.

  2. lastufaeconomica ha detto:

    Ma sai che invidio il tuo coraggio e la tua forza?
    che belle cose fai e come le fai rivivere bene, grazie, ciao

    • popof1955 ha detto:

      Coraggio e forza? Dovevi vedermi al rientro 😉 Non sono mai stato un atleta, ho una discreta resistenza alla fatica avendo cominciato a praticare la montagna da ragazzo ed il recupero è quasi immediato, almeno penso dipenda da questo.

  3. ili6 ha detto:

    Bellissimo!
    stavolta in bici ti avrei seguito molto volentieri
    (Chissà se ne avrei avuto la forza fisica) e avrei goduto di ambienti tanto variegati e della splendida Lecco.

    • popof1955 ha detto:

      La strada è quasi interamente pianeggiante, lo si vede anche dallo scorrere lento del fiume e dalle ampie anse, beh avrei gradito molto la tua compagnia. Pensa che spesso (perché vari tratti in questi anni li avevo percorsi sia a piedi che in bici) capita d’incontrare famiglie o gruppi di ciclisti che vengono dai paesi continentali (olandesi e tedeschi sopratutto), e poi per chi, come me o te, è cresciuto con poca acqua e fiumi torrentizi, le acque della pianura hanno un ché di esotico 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...