Tordino

La piccola oasi fluviale tra i comuni di Giulianova e Roseto degli Abruzzi è un angolo di delizia per chi apprezza la natura. Una pista ciclopedonale collega le due cittadine separate dal fiume Tordino e un ponte, vicino alla foce, unisce le due sponde. L’altezza del ponte consente con l’ausilio di un discreto teleobiettivo, una caccia fotografica molto soddisfacente.

(Cliccare su un punto qualsiasi della slide per visionare le foto una ad una)

Annunci

Informazioni su popof1955

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente Umano, fotografia, vivere la natura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Tordino

  1. mariella1953 ha detto:

    Bel posto!un paesaggio molto simile a quello della foce del Nervia qui da me!buon fine

  2. mariella1953 ha detto:

    Bel posto!un paesaggio molto simile a quello della foce del Nervia qui da me!buon fine settimana 😀😀

  3. ili6 ha detto:

    Consiglio anche io di cliccare sulla slide per ammirare meglio le bellissime foto che hai scattato.
    qualcosa di simile c è dalle mie parti alla foce del Simeto. Un anno portai gli alunni proprio nel periodo del passaggio dei fenicotteri rosa e delle cicogne. Fu una bella esperienza.

    • popof1955 ha detto:

      Grazie Marirò 😉
      Durante l’ultima vacanza in Abruzzo ho avuto poca voglia di spostarmi, sarei voluto tornare sul Gran Sasso ma ho portato con me solo gli scarponi lasciando a casa zaino, racchette, cartine e accessori vari, si vede che il mio inconscio mi ha spinto a fare in modo di vivere una vacanza stanziale, però a quel fiume ci sono tornato più volte. Chissà che meraviglia il simeto con fenicotteri e cicogne che si mischiano a volo radente ai papiri. In che periodo avviene? Penso ai primo di febbraio, quasi quasi ….. Ma sto diventando pigro, in un posto qui vicino tre anni fa ho scoperto che in febbraio nidificano degli aironi cenerini, da 2 anni mi riprometto di tornarci e immancabilmente salto l’appuntamento.

      • ili6 ha detto:

        Il grosso del passaggio è a febbraio. Ricordo che andammo a fine marzo e avemmo la fortuna di ammirare un gruppo di fenicotteri rosa che decise di fermarsi nell oasi e di non proseguire più a sud. Poi vedemmo due cicogne che nidificavano sul vecchio tetto di un rudere e poi le guide ci fecero vedere coi binocoli tanti piccoli uccelli ben nascosti nella vegetazione del fiume. L entusiasmo degli alunni si spostò dopo sulla spiaggia ricchissima di conchiglie. Le guide infine fecero spuntare alcuni palloni e fu …l apoteosi! 🙂

      • popof1955 ha detto:

        In febbraio penso andassero verso nord, probabilmente se ti capita di tornarci in questi giorni dovresti rivederli, la migrazione verso sud è appena iniziata.

        Ma perchè si dice “avere la testa in palla” e poi tutti sognano un pallone?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...