Appunti di vacanze al tempo del covid 19 (1)

2-DSC_0049Ho deciso di cambiare titolo a questa sequela di cose sparpagliate di cui a volte ho preso nota. Scopro che malgrado i 1250 km percorsi, finito il viaggio la mia vacanza si può considerare di prossimità, gli spostamenti sono minimi evitando luoghi affollati. I dati incoraggianti dei tg non mi convincono, troppe discrepanze.

Oggi chiacchieravo con un signore 84enne in un bar di Alì Terme.

Erano le 14,30, da informazioni avute il bar  avrebbe riaperto alle 15,00 e noi non avevamo voglia di fiondarci in spiaggia con il pranzo da digerire. Visto che i tavolini erano  all’ombra di un tendone e la brezza marina dava un gran sollievo, ho proposto ai miei di attendere l’apertura comodamente seduti. Di li a poco è scoppiato un temporale. In spiaggia avevamo lasciato ombrelloni, sedie e asciugamani, tanto chi vuoi che li porti via. Una cosa più viene protetta e più attira l’attenzione. Ormai nessuno lascia qualcosa di incustodito, può sempre essere una trappola. Abbiamo atteso che il temporale finisse e che il bar riaprisse per avere un agognato caffè. Nell’attesa ho cominciato a parlare con un simpatico signore 84enne che ha l’hobby dell’agricoltura. Si sposta con un piccolo fuoristrada tra Alì Superiore, dove c’è il suo piccolo apprezzamento di terreno e Alì Terme. Ex camionista e, vista l’età, ex carrettiere.

Che fine han fatto i carrettieri? Mi chiedevo in un post mai pubblicato. Ecco lui è uno di loro, già a 13 anni (1949) trasportava di tutto tra la contrada superiore e quella inferiore, su e giù più volte al giorno. In salita dava anche una mano alla mula che non ce la faceva a tirare il carro. Con l’avvento del motore divenne camionista trasportando quanto produceva il cementificio di Villafranca Tirrena e destinato al sud di Messina che si ricostruiva, si asfaltava e urbanizzava cancellando le piantagioni di gelsomini che da Galati arrivavano sino a Giampilieri.

Nelle mattine d’estate vedevo le donne del mio quartiere tornare a casa quando mia madre usciva per andare al lavoro. Loro raccoglievano gelsomini nel tempo che precede l’alba e tra le 8 e le 9 del mattino smettevano. Negli anni 70 han smesso del tutto e la riviera è diventata zona turistica residenziale. Qualche tratto di terreno abbandonato c’è, questioni di eredità contese, strascichi legali e anche assenza dello Stato che non si appropria di quanto è lasciato all’incuria totale.

Si il posto negli ultimi 15 anni è migliorato molto e Alì Terme quest’anno è stata insignita con la Bandiera Blu. Belle spiagge con tanto di passerelle e docce, la passeggiata a mare è ben curata e il tentativo di mantenere pulito è da apprezzare. Manca un’organizzazione turistica capillare, i ristoratori sembrano impreparati alla nuova stagione.1-DSC_0048

Autore: Paolo Popof

Se fai un giro nel mio blog puoi apprendere qualcosa in più di quel che so io di me.

9 pensieri riguardo “Appunti di vacanze al tempo del covid 19 (1)”

  1. Sai che io difendo sempre e comunque la Sicilia 😏ma su Ali. Terme mi viene difficile perché le terme , mi hanno detto i miei nipoti che le hanno visitate la scorsa estate, sono ridotte malissimo. Non sì può vivere di sole spiagge mare e verdure, con gli aliterminesi ( si chiamano così?) sono arrabbiata.😡

    "Mi piace"

    1. In un paio di ristoranti mi son trovato bene o quasi, ma da uno me ne sono andato visto che non c’era un menù scritto, Il turismo è un settore economico importante andrebbe curato bene. Ho visto una pubblicità sul circuito termale siciliano, tra le 9 proposte c’è anche Alì, ma da quanto mi dici gli aliesi ….
      Sai nel 1978 volevamo costituire una cooperativa agrituristica proprio ad Alì. C’era una colllina da espropriare, ma avremmo perso i fondi regionali, potevamo accedere ai fondi ma non sarebbero bastati nemmeno a iniziare …. io ho finito il servizio militare ed ho ripreso il mio lavoro, anche gli altri hanno abbandonato l’idea, eravamo troppo lungimirante. Ma qualcosa si muove, chissà …

      "Mi piace"

  2. Su Ali mi sa che mi sto sbagliando, proprio poco fa mi hanno parlato di un nuovo sito delle terme e di nuovi proprietari. Il tutto nato in inverso prima del lockdown . Mi fa piacere. L estate prossima andrò a visitarlo. Ora è tempo di tornare a Catania e al lavoro🤨

    "Mi piace"

    1. Io alla vacanza ci ho preso gusto, dopo due giorni dal rientro non ho ancora disfatto la valigia, malgrado le proteste di mia moglie.
      Mi sento come quel personaggio di Calvino che non disfaceva la valigia ritenendo provvisorio l’approdo.

      "Mi piace"

  3. sono posti che non conosco, ma dalle foto resto favorevolmente stupita. Belle spiagge. Sai che non sapevo esistessero raccoglitrici di gelsomini? Mai sentito dire. Buon rientro 🙂

    "Mi piace"

      1. grazie, ho letto..associavo il gelsomino ad una storia piacevole, invece è al contrario, storie tristi di donne sfruttate e malpagate. Grazie Paolo… un caro saluto a te

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.