A Letizia Battaglia

Tre anni fa girovagando in una cittadina vicina, notai dei cartelli e dei manifesti che invitavano a visitare una mostra fotografica di Letizia Battaglia. Non sapevo chi fosse, ma il manifesto che annunciava la mostra, raffigurava l’immagine di una ragazzina dallo sguardo interrogativo. Incuriosito ho varcato la porta e l’emozione di vedere quelle foto in bianco e nero, con immagini della mia contemporaneità adolescenziale è stata molto forte.
Avevo con me la macchina fotografica, ma non me la sono sentita di fotografare la mostra, mi sembrava come violare uno spazio altrui. Caspita se era brava questa (a me) sconosciuta Letizia Battaglia. Ho fotografato solo un busto di donna ferito ed imbavagliato, e poi i postit lasciati dai visitatori.

Qualche giorno fa ho iniziato a vedere uno sceneggiato televisivo su Raiplay, poi ho letto un post su afroditelo.com ed ho capito che grande occasione sia stata quella di vedere una sua mostra.

O covid-19: um contra-ataque da Terra à humanidade

Segnalo questa presentazione di Leonard Boff a proposito dell’era covid che stiamo attraversando, per riflettere un po’.
Il testo è in portoghese, ma il traduttore automatico fa bene il suo dovere. Anche il libro è in portoghese, chissà se un giorno verrà pubblicato anche da noi.

Leonardo Boff

Acaba de ser lançado pela Editora Vozes de Petrópolis o meu livro; ”O Covid-19: um contra-ataque da Terra contra a Humanidade”. Trata-se de uma reflexão sobre o significado da irrupção do coronavírus e quais lições devemos tirar dele. Em primeiro lugar procuro contextualizar o Covid-19. Ele não pode ser visto isoladamente nem ser abordado apenas pela medicina, pela técnica, pelo conjunto dos insumos e pela busca desenfreada de uma vacina eficaz.

Ele não irrompeu aleatoriamente. Ele só pode ser adequadamente entendido a partir da sistemática exploração e devastação que as sociedades humanas levaram a efeito nos últimos três séculos contra a natureza e a Mãe Terra. Esta é, segundo um dado científico contemporâneo, é um Super Ente vivo que, de forma sistêmica, organiza todos os elementos e fatores, químicos, físicos, informacionais e energéticos, numa palavra, ecológicos para continuar viva, auto-reproduzir-se como viva e gerar a diversidade de vidas…

View original post 645 altre parole

VIESTE

Un viaggio lo vivi tre volte. Quando lo progetti, quando lo vivi e quando lo ricordi. Niente di più vero per questa vacanza Nel Gargano.

Il viaggio, in termini di tempo, è stato più lungo del previsto a causa del “meraviglioso” stato delle nostre autostrade, pertanto il tratto garganico all’arrivo non l’ho vissuto con l’animo giusto. Le tortuosità stradali ritenute insopportabili all’andata, al ritorno sono state una passeggiata. La prossima volta che intraprendo il viaggio mi propongo di viaggiare di notte, in modo di giungere all’alba nel territorio e gustare il sorgere del sole tra i declivi calcarei ornati di ulivi, lecci, querce e faggi.

La roccia calcarea è la caratteristica principale del Gargano, dove viene denominato tufo pur non essendo di origine vulcanica. Da tempi immemorabili l’uomo per costruire i propri ripari utilizza i materiali che trova sul posto, la pietra calcarea a Vieste diventa colore di perla. Le sue strade e i suoi muri riflettono la luce del sole ammorbidendola, stradine e scalette ne attutiscono i raggi trasformandoli in ombre.

LE GROTTE MARINE DI VIESTE

Dal post precedente sono trascorsi circa due mesi. I primi due mesi con la sicurezza del vaccino anticovid trascorsi in vacanza. Mi sembra opportuno allora ricominciare da dove ho lasciato il blog.

In precedenza ho mostrato alcune foto scattate tra Vieste e Peschici, sulle ali del vento dei surfisti. Poco più a sud, tra Vieste e Mattinata lo spettacolo lo regala Madreterra con le sue scogliere di tufo in cui il mare ha scavato grotte e falesie. Queste alcune delle immagini catturate. Cliccando sulla galleria le immagini, al solito, si vedono a schermo pieno.

Chi è più curioso ed ha voglia di visionare l’intero album composto da 150 foto, non ha che da cliccare su questo link https://photos.app.goo.gl/rg7sF9CuwQcdSHo18

La ginestra

Qualche anno fa, durante una gita estiva alle falde dell’Etna, in una giornata velata dal grigio delle nuvole, il giallo di quei fiori, il netto contrasto tra il giallo e il nero, stimolarono la voglia di conservarne l’immagine in qualche foto. Poi un accenno di Marirò (https://ili6.wordpress.com/) in un commento ha risvegliato il ricordo delle foto di questo fiore del deserto di leopardiana memoria.

Fagus sylvatica

Spesso per raggiungere delle mete montane si passa attraverso un bosco di faggi. Ogni volta questo passaggio mi procura un senso di pacata euforia, vuoi per il morbido terreno su cui cresce, vuoi per la disponibilità delle sue fronde a giocare col vento. Non a caso è classificata come pianta anemofila. Molto piacevole anche l’aroma che diffonde quando brucia nel camino e il tronco che, prima di diventare cenere, forma sulla sua superficie reticoli di brace fiabesca.

Ma tutto questo è un’altra storia, quello che voglio affidare al web sono invece le immagini primaverili di una faggeta riprese qualche settimana fa nel raggiungere la località orobica detta Tre Faggi per la presenza di tre monumentali piante secolari.

(per ingrandire le immagini basta cliccare su una delle foto)

E …

Non so come e perchè word press abbia salvato questa bozza che non contiene nulla. Ma quella E la trovo stimolante.

E è congiunzione, ma anche introduzione, e visti i tre puntini che la seguono mi viene naturale aggiungere e … di colpo è estate.

Un’estate quasi senza preavviso, con una primavera breve e con tramonti incredibili qui in pianura, come questo della sera del 23 maggio

E … poi si torna in montagna. Finalmente il luna park bianco ha chiuso i battenti e ad accarezzare le rughe della Terra tornano i camminatori abituali, cui non importa se c’è sole o piove.

Quasi estate

Il canto del cuculo che stamattina mi ha tenuto compagnia per quasi un’ora, mi lasciato addosso una gran voglia di uscire ed esplorare intorno a casa.

Il lockdown ancora non è del tutto finito ma sembra un ricordo, la gente affolla luoghi di ritrovo e centri commerciali, il ricordo del canto mattutino degli uccelli mi fa decidere di andare a prendere anch’io qualcosa. Mi armo di stativo, macchina fotografica e bicicletta e vado a caccia. Queste che condivido, sono la mie catture:

(Cliccare sulla galleria di immagini per vederle a tutto schermo)

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

Leonardo Boff

O site recolhe artigos e a obra do teólogo, filósofo, escritor e professor Leonardo Boff

Gitanti Gioiosi

gite, cultura, fitness.....e molto altro

Il Monte Vecchio

Sentieri e pensieri

Le foci dell'Eufrate

ovvero le frasi che urlo di notte

DIARIO DI BORDO

PER LIBERI VIAGGIATORI E TURISMO ESPERIENZIALE

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Scrivo come se vi parlassi

W i blog e improvvisamente il mio mondo fa...blog!!!!!

Fravikings

Racconti di viaggio. Parliamo di città, borghi, natura, lago, montagna, mare, architettura, arte. Travel e Italia sono i miei hashtag.

marisa salabelle

Peccato che, morente sul parquet della camera da letto della nonna, Marianna non avrebbe potuto recarsi a Casa Arancio e partecipare all’evento per il quale aveva speso tante delle sue energie.

Rivella49's Blog

DAL TICINO/SVIZZERA

wwayne

Just another WordPress.com site

Bonjour From Brittany

Celebrating what makes Brittany unique

chi ha paura di virginia woolf?

Dì pure poco, ma dillo bene ( proverbio francese )

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

Bit di Pensieri in Libertà

Io, Semplice... Mente

Bagatelle

Quisquilie, bagatelle, pinzillacchere...

librai clandestini

Letture e riflessioni da una libreria che non esiste (ancora)

ricomincia da qui

provarci sempre, arrendersi mai (quasi mai, sigh!)

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il Blog si sbriciola facilmente

Fotografia Facile

Blog per chi si avvicina alla fotografia

BiblioMediaBlog

il blog delle biblioteche pubbliche digitali italiane

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

Mauro Poggi

Fotografie e quant'altro

Annarita Arso Psicologa

Psiche Nessuno e Centomila - Blog di Psicologia

in campo blog

il giornale del calcio integrato (e non solo ...)

Grembiule da cucina

Cucina semplice, per tutti i gusti

Nadia Fagiolo

Racconti, poesie, recensioni e molto altro ancora ...

***Ad esempio a me piace***

Il piacere è peccato. E che peccato sia!

Due Minuti di Lucidità

Il Blog di Guido Saraceni

Letters to Cameroon

Poems and Essays by Viola Allo

Pastoralismo alpino

Festival del pastoralismo - Transumanza

Ventefioca

Camminate, montagne e pensieri sparsi di un "piemontard pressé"

⚡️La Audacia de Aquiles⚡️

"El Mundo Visible es Sólo un Pretexto" / "The Visible World is Just a Pretext".-

Cinzia Bassani

"Non dimenticare di vivere con il tuo cuore in mezzo agli uomini per scoprire il Dio che c'è in ciascuno". Tashi Namgyal Gyalpo

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

C'è hi vede le foglie che muoiono, io preferisco vedere i colori che nascono

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

~ gabriella giudici

Une école où la vie s'ennuie n'enseigne que la barbarie

mariella

Just another WordPress.com site

luciabaciocchi

“Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere” Daniel Pennac

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: